Le ultime notizie

Coca per tremila euro e una scacciacani: gli agenti del commissariato Pre’ arrestano un “grossista”

Gli appostamenti hanno fatto seguito alla segnalazione degli abitanti che hanno denunciato il viavai alla volante di zona. 40 grammi di sostanza stupefacente nascosta bella bombola del gas del fornello da campeggio. Lo spacciatore colombiano aveva anche una scacciacani. Nell’appartamento di piazza del Roso viveva tutta la sua famiglia


coca-scacciacani-comm-pre

Troppo viavai in quella casa di piazza inferiore del Roso, tra via Pré e via Balbi. Gli abitanti se ne sono lamentati chiedendo alla polizia di intervenire. Un grossista di cocaina è stato così puntualmente catturato dagli uomini del commissariato di Pre’ grazie alla collaborazione con i residenti della zona che hanno segnalato a una volante del commissariato e alla capacità della squadra investigativa. I poliziotti hanno trovato in casa del giovane ben 70 grammi di eroina, mille euro in contanti e una scacciacani. Nei guai è finito il colombiano Gerson Lerma di soli 21 anni, ma già gestore di un bel “giro d’affari”. In casa con lui vivono il patrigno e la sorella, il cui fidanzato è stato sorpreso sul portone con 9 bustine di cocaina in mano. Lerma si è però immediatamente dichiarato l’unico proprietario e possessore dello stupefacente e sta ora ai poliziotti provare che anche tutti i suoi parenti sapevano. Intanto, in prigione, in attesa del processo per direttissima, è finito lui.
Gli agenti del commissariato Pre’, ieri sera, si sono appostati in piazza inferiore del Roso e hanno notato che un ragazzo di vent’anni scarsi, (poi identificato come il fidanzato della sorella di Lerma) suonava il campanello e saliva le scale. Lo hanno aspettato all’uscita, quando aveva in mano 9 bustine di cocaina. Sono saliti, quindi nell’appartamento e sulle prime non hanno trovato quello che cercavano. Poi uno di loro ha avuto un’illuminazione notando che la bombola del fornelletto da campo era fuori dalla sua sede. Lì i poliziotti hanno trovato i 40 grammi di cocaina. Nell’appartamento c’erano anche mille euro in contanti e una scacciacani di grosse dimensione, il bilancino e tutto il materiale per confezionare lo stupefacente il cui valore ammonta a circa 3 mila euro. Era probabilmente il giovanissimo fidanzato della sorella di Lerma ad effettuare tutte le consegne. Il suo telefono squillava continuamente quando era in casa: probabilmente a chiamarlo erano tutti i “clienti” ai quali consegnava nella stessa piazza del Roso, nei vicoli vicini e in piazza Vittime di tutte le mafie.
Soddisfazione per il lavoro dei poliziotti del commissariato viene espressa dai cittadini riuniti nell’Osservatorio di Pre’ Gramsci che vedono nelle forze dell’ordine l’unico baluardo per la sicurezza e la vivibilità del quartiere che altrimenti sarebbe completamente in mano alla criminalità.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: