Annunci

Delitto del Geirato, la pistola è di uno dei feriti. Marco N’Diaye, arrestato dalla Mobile

pistolalogLa pistola usata per uccidere Davide Di Maria è di uno dei feriti nella sparatoria, il padrone di casa. Nella serata di ieri la Polizia di Stato, ha tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Genova, per i reati di detenzione e porto abusivo di arma da fuoco e ricettazione aggravata, “Marco” Mor N’Diaye, nato a Genova nel 1984, con svariati precedenti, in particolare per rapina.

Marco N'Diaye

Il 32enne, a seguito delle ininterrotte indagini condotte dalla Sezione reati contro la persona della Squadra Mobile sul grave fatto di sangue avvenuto nel pomeriggio del 17 settembre in una casa sulle altura del quartiere Molassana in pregiudizio di Davide Di Maria, genovese 26enne, è stato individuato essere l’effettivo possessore della pistola semiautomatica cal. 357 Magnum. L’arma, sequestrata il giorno successivo, è risultata essere provento di furto in abitazione avvenuto in provincia di Pavia nell’anno 2013.

conferenza
L’arma, secondo le prime versioni rese, era stata falsamente attribuita in possesso del padre del pregiudicato Guido Morso, nato a Gela (CL),classe 1982.
In particolare, gli elementi di prova raccolti a carico dello N’Diaye all’esito delle risultanze investigative, ancora in corso, sono stati altresì conclamati dal rinvenimento, nei pressi dell’abitazione teatro dei fatti, di 28 proiettili calibro 38 special all’interno di un astuccio sul quale era riportato anche il suo nome.
Al termine degli atti di rito l’uomo è stato portato in carcere a Marassi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

proiettili-log

 

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: