Cosa fare a Genova 

“Maniaci sentimentali”? Per voi c’è “A cuore crudo – lo sciò”

“A cuore crudo” fortunata trasmissione radiofonica condotta da Marina Minetti e Barbara Fiorio diventa uno show o meglio, uno “sciò”… Cosa vi ha fatto decidere di passare dall’etere a uno spettacolo in carne e ossa al di là del desiderio di assecondare i sogni dei vostri fans?
Sicuramente la voglia di fare di nuovo qualcosa insieme. Io e Marina ci siamo divertite molto, nei quattro mesi di A cuore crudo a Radio 19, e quando lei si è trasferita a Milano per volare a Radio 101 ci si è un po’ spezzato il cuore. Da tempo avevamo in mente di invadere un palcoscenico con il nostro programma, e quando i ragazzi del Count Basie Jazz Club mi hanno contattata per chiedermi se avevo voglia di inventarmi qualcosa per una domenica al mese, be’, ho aperto il cassetto ed ecco lo show. O, come preferisce Marina, lo sció.
In cosa consiste “lo sciò”? Voi parlate di argomenti “scottanti” nei rapporti sentimentali: di cosa vi siete occupate e di cosa vi occuperete? Abbiamo cercato di tradurre per il palcoscenico, e quindi per un pubblico presente in carne e ossa, quello che facevamo in radio.
Per ogni puntata sceglievamo un tema da sviscerare in modo leggero, sempre con una punta di ironia e con un pizzico di serietà. Avevamo esperti in studio e al telefono, davamo spazio a esperienze personali sul tema. E ovviamente c’era la musica. Al Count Basie facciamo qualcosa di molto simile: per ogni serata daremo spazio a chi vorrà raccontare la propria storia, che avrà tre minuti per farlo, e chiederemo al pubblico di votare il miglior narratore. I vincitori di ogni categoria, alla fine, sfideranno la loro nemesi in una gara di autoironia. Sono già saliti i Lasciati e i Lasciatori, domenica 22 novembre sarà il turno dei Traditi e dei Traditori e il 13 dicembre ci divertiremo con le Renne, ossia chi ama il Natale, e gli Scrooge, che piuttosto del panettone in famiglia masticherebbero stagnola.
Ba&Marina a cuore crudo
Dicevi che ci saranno degli ospiti ad accompagnarvi durante la serata. Assolutamente sì. Per ogni serata avremo anche un ospite musicale che non solo sarà la nostra colonna sonora, ma con cui scambieremo qualche chiacchiera sul tema della serata, scoprendo magari qualcosa di più su di lui o sulle sue canzoni. A ottobre abbiamo avuto Lorenzo Malvezzi, a novembre avremo Federico Sirianni e a dicembre avremo Andrea Di Marco. Li abbiamo scelti bravi, belli e molto ironici. Poi, ovviamente, ci sarà l’esperto, come succedeva in radio. Ai nostri esperti abbiamo chiesto un decalogo da regalare al pubblico. Ai Lasciati e ai Lasciatori, lo psicologo Alberto Barbagelata ha suggerito come andare avanti dopo la fine della storia e come finirla in modo decente, che non tutti sono bravissimi a lasciare, diciamocelo. Ai Traditi e ai Traditori, l’investigatore privato Gianfranco Rivolo suggerirà alcuni trucchetti per beccare o non farsi beccare.
Per le Renne e gli Scrooge, avremo un esperto di regali molto speciali che darà preziosi suggerimenti per le strenne. E poi ci sono le guest star a cui affideremo il ruolo di padrino e madrina dei nostri agonisti sentimentali. Per la prima serata siamo state io e Marina, ma il 22 novembre avremo Matteo Monforte, autore televisivo e scrittore, e Laura Gramuglia, autrice di Rock in Love e conduttrice radiofonica su Radio Capital, mentre per il 13 dicembre avremo Enzo Paci, attore e comico a Colorado, e Sophie Lamour, regina del burlesque. Insomma, l’idea è quella di divertirci molto e di essere una specie terapia di gruppo. Ridanciana, ma valida anche per quello.
Se non ho capito male ci saranno anche dei premi. Certo! Chi ha il coraggio di salire sul palco e raccontare la propria storia va premiato. E vanno premiate soprattutto la sua ironia e la sua autoironia. Officina Letteraria, da sempre presente quando è in gioco il narrare, ha deciso di regalare al vincitore un laboratorio di scrittura a scelta tra quelli di Sabato in Officina. È anche un po’ l’augurio di poter scrivere una nuova storia. Il Count Basie Jazz Club consolerà lo sfidante con un buono concerti.
Vi siete fatte un’idea dei genovesi? Che profilo potreste ricavarne da esperte del genere?
Genovesi lo siamo anche noi, quindi poche sorprese. Riservati e poco attratti dalle luci della ribalta, faticano a portare la loro storia sul palco, ma si divertono da matti ad ascoltare quelle degli altri. Per fortuna gli intrepidi ci sono ovunque, quindi possiamo contare su racconti freschi e autentici. In generale l’autoironia c’è ma a denti stretti, la goccia di acido non manca mai, però c’è la capacità di ridere e il sarcasmo è sempre un buon salvagente. Alla prima puntata ci siamo divertiti molto tutti, sia noi sul palco che il pubblico in sala. Ci hanno dato fiducia, e anche questa per i genovesi è da meritare sul campo. Se ce la siamo meritata, lo vedremo il 22 novembre e il 13 dicembre al Count Basie.
 
Cosa bisogna fare per partecipare?
Chi ha voglia di raccontare la propria storia deve scrivere a cuorecrudo@gmail.com e dirci quando vuole venire, per che categoria e accennarci cosa racconterà. Chi vuole venire semplicemente a godersi la serata, può venire direttamente o assicurarsi un tavolo prenotando al Count Basie 345.2650347info@countbasie.it
Vi aspettiamo domenica 22 novembre, alle 21.00, con i Traditi e i Traditori, e domenica 13 dicembre, sempre alle 21.00, con le Renne e gli Scrooge!

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: