“Body guard” per gli autisti Amt sulle linee “difficili”

bus-napoli-5-5Si è svolto oggi un incontro tra Amt e le Organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, Faisa e Ugl sul tema della sicurezza del personale e dei passeggeri nel servizio pubblico di trasporto.
Le parti hanno condiviso l’esigenza di sviluppare iniziative per il miglioramento della sicurezza. Come da accordi già raggiunti, tutti i nuovi mezzi che verranno acquistati saranno dotati di telecamera a bordo con videoregistrazione delle immagini e svolgeranno quindi funzioni di deterrenza. I mezzi già in servizio, oltre a quelli nuovi, verranno dotati di dispositivi per la migliore chiusura e protezione del posto guida.
L’Azienda ha fornito alla Questura di Genova l’elenco delle linee più a rischio, in base alle zone ed alle fasce orarie, per iniziative di prevenzione. Amt impiegherà, sperimentalmente, guardie giurate a bordo bus e punti sensibili, iniziando dalle linee notturne.
In caso di aggressione al personale, l’Azienda si costituirà parte civile per il risarcimento del danno causato dall’aggressore (interruzione di pubblico servizio, maggior costo per straordinario, ecc.), fermo restando la stipula di polizze assicurative per lesioni e danni al dipendente in servizio.
Nei prossimi giorni seguirà un incontro in Prefettura, dopo di che le parti si rincontreranno per la definizione degli aspetti attuativi della materia.
L’assessore alla mobilità e trasporti Anna Maria Dagnino commenta così l’accordo: <Questa iniziativa va nella direzione indicata dall’Amministrazione comunale, che ritiene prioritaria la tutela della sicurezza dei lavoratori e dei cittadini in un servizio pubblico particolarmente importante per la vita collettiva>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: