Quartieri 

Novanta tonnellate di posidonia nel porticciolo di Nervi. Un mini escavatore la raccoglie per smaltirla secondo le norme

L’odore che produce la posidonia spiaggiata non è buono, ma la sua presenza non è un segnale negativo: la presenza della pianta (che, contrariamente a quanto si pensa non è un’alga) è un segnale positivo della qualità dell’acqua nel nostro mare

«L’attività di rimozione è in corso con un mini escavatore che porterà via circa 90 tonnellate di materiale organico, che viene raccolto e portato a trattamento secondo normativa. Spesso quando si parla della posidonia se ne parla come di un rifiuto, in realtà significa che la qualità del mare è buona. In molte località di mare, anche in Sardegna, troviamo posidonia portata verso gli scogli e la sua presenza rappresenta che c’è un’area di pascolo, dove i pesci si alimentano ed è un indicatore positivo di mare pulito. Dobbiamo anche cambiare il nostro approccio perché la posidonia significa la presenza di praterie, in prossimità della nostra città». Lo ha detto l’assessore all’Ambiente Matteo Campora rispondendo all’interrogazione a risposta immediata del consigliere del Pd Alberto Pandolfo sulla gestione delle alghe nel porticciolo di Nervi.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: