woman wearing black blazer holding shopping bagsCommercio Economia 

Saldi, Confesercenti: «Avvio senza il botto, ma resta la fiducia». Il bilancio a Genova e area metropolitana

Giornata tranquilla, probabilmente perché il via è avvenuto in un giorno feriale. Ma per Francesca Recine, presidente Fismo Confesercenti, l’avvio al rallenty è dovuto soprattutto alle «troppe promozioni in ogni momento dell’anno che hanno finito per depotenziare, e di molto, l’effetto saldi»

Saldi al via senza il botto, ma resta la fiducia: il bilancio a Genova e provincia

Nessuna partenza sprint, ma resta la fiducia per i prossimi giorni. A tracciare il primissimo bilancio dei saldi invernali a Genova, a negozi ancora aperti, è Francesca Recine, presidente Fismo Confesercenti: «La prima giornata è trascorsa abbastanza tranquilla, anche se nel pomeriggio l’affluenza si è intensificata soprattutto nella zona del Quadrilatero, mentre in centro storico hanno prevalso i turisti. D’altra parte nessuno si aspettava una partenza col botto, vuoi per il giorno feriale vuoi, soprattutto, per le troppe promozioni in ogni momento dell’anno che hanno finito per depotenziare, e di molto, l’effetto saldi».

«Si tratta comunque di una situazione ampiamente prevista, e rimaniamo fiduciosi in vista dei prossimi giorni e settimane, sulla scorta del buon risultato delle vendite natalizie e di un trend che, quindi, speriamo possa confermarsi positivo», conclude Recine.

Francesca Pescetto, titolare dell’omonima boutique di via Scurreria, mette l’accento «sui tanti turisti e sulle persone comunque arrivate da fuori città», ma a sua volta non si sbilancia sulle vendite.

Qualche segnale in controtendenza con il recente passato, invece, lo si riscontra già in altri quartieri come, ad esempio, a San Teodoro: «Gli affari sono andati abbastanza bene fin dalla mattina, e confidiamo di consolidare la tendenza nei prossimi giorni», riferisce Andrea Solinas di Castaldi Abbigliamento, in via Buozzi. Inizio incoraggiante anche a Pontedecimo, da dove Gabriella Dapelo parla di «buoni segnali».

Fiducia anche oltre i Giovi, a Busalla: «L’inizio è stato positivo, e soprattutto ci aspettiamo buoni numeri nel ponte della Befana, tant’è che la gran parte dei negozi sarà aperta anche domani e naturalmente sabato», spiega Tiziana Castagnetta, presidente del Civ Il Ninfeo.

In riviera, infine, ad incidere sulla partenza dei saldi ha giocato un ruolo anche il meteo: «Poiché il tipo di turismo prevalente in questo periodo è soprattutto quello di villeggiatura, e venivamo da una settimana abbondante di pioggia, è chiaro che molti proprietari di seconde case non se la sono sentita di scendere, nonostante poi la giornata di sia stata effettivamente soleggiata. Le aspettative, comunque, restano positive per i giorni a venire», è il parere di Enrico Castagnone, referente Confesercenti per il Tigullio.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: