Cronaca 

Commercianti di San Teodoro si inventano pusher. Moglie e marito denunciati dalla Sicurezza Urbana della Polizia locale

Nel retro di uno dei negozi, gestito da un cinquantenne, il cane Maqui ha trovato un panetto di hashish da un etto. La moglie, titolare di un negozio vicino, coltivava amorevolmente una pianta di cannabis da un metro e 20 centimetri

Ieri il personale del reparto sicurezza Urbana della Polizia locale, a seguito di un controllo nel quartiere di San Teodoro, ha notato che il titolare dell’attività, un uomo di 50 anni, palesava un immotivato nervosismo e dal retro del negozio gli agenti potevano sentire un odore riconducibile a sostanza stupefacente tipo marijuana.

La quadra del reparto ha provveduto a perquisire i locali, con ausilio dell’unità cinofila Maqui con esito positivo in quanto veniva rinvenuto un panetto di hashish di quasi un etto, denaro contante, un essiccatoio/serra nel bagno, materiale agricolo per la crescita delle piante.

[Continua sotto]

Nel contempo giungeva in loco utilizzando la propria autovettura la moglie del soggetto controllato, a sua volta titolare di un’attività commerciale a pochissima distanza da quella controllata.

All’interno del veicolo gli operatori potevano sentire un forte odore di marijuana senza però trovarne all’interno se non alcune tracce sul sedile posteriore, segno di un recentissimo trasporto. Anche l’attività della donna è stata sottoposta a perquisizione e lì sono stati trovati un bilancino di precisione e denaro contante avvolto in alcuni indumenti.

[Continua sotto]

La donna, messa alle strette, ha dichiarato di aver occultato una pianta di marijuana che deteneva in precedenza presso la propria residenza, in un anfratto sotto casa della madre, poco distante, portando poi spontaneamente gli agenti nel luogo asserito. Lì venivano rinvenute una pianta di marijuana di circa un metro e 20 e altre porzioni di pianta già essiccata.

Tutto il materiale è stato posto sotto sequestro e sia l’uomo sia la donna, incensurati, venivano deferiti alla locale Procura per detenzione di stupefacenti al fine di spaccio.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: