Enti Pubblici e Politica Sindacale 

Sciopero Galliera, il Prefetto precetta i lavoratori che protestano contro l’azienda ospedaliera

Lo sciopero è stato indetto da da Fp Cgil e Uil Fpl Genova e prevedeva anche un corteo dall’ospedale a piazza De Ferrari. I lavoratori contestano «cronica carenza di personale, doppi turni, rinuncia ai riposi e alle ferie, ricorso eccessivo allo straordinario, grande incremento dei carichi di lavoro, sovraffollamento e stazionamento prolungato dei pazienti in barella al pronto soccorso, oltre alla perdita di professionisti e operatori a seguito dello scorrimento della graduatoria per Infermieri e oss di Alisa che decidono di abbandonare il Galliera e per la mancanza dei riconoscimenti economici previsti dalla normativa»

«In occasione dello sciopero territoriale dei dipendenti dell’E.O. Ospedali Galliera, indetto dai sindacati di categoria FP-CGIL e UILFPL per domani, 16 novembre, dalle ore 7:00 alle ore 20:00 – si legge in una nota della Prefettura -, il Prefetto di Genova (Renato Franceschelli n. d. r.), a seguito dell’espletamento di un tentativo di conciliazione ai sensi dell’art. 8 legge n. 146 del 1990, svoltosi in data odierna, ha adottato un provvedimento di precettazione indirizzato al personale dell’E.O. Ospedali Galliera, al fine di garantire i servizi essenziali, conformemente alle disposizioni della suddetta legge».

Lo sciopero è stato indetto da Fp Cgil e Uil Fpl Genova e prevede anche un corteo e un presidio in piazza De Ferrari. Il corteo dlascerà l’ospedale per proseguire in via Corsica, via Bixio e via Fieschi fino a raggiungere piazza De Ferrari. Non potranno partecipare i lavoratori in turno precettati che dovranno rimanere al loro posto.

«Le motivazioni che hanno portato alla proclamazione dello sciopero: il perdurare delle condizioni di disagio per la cronica carenza di personale, doppi turni, rinuncia ai riposi e alle ferie, ricorso eccessivo allo straordinario, grande incremento dei carichi di lavoro, sovraffollamento e stazionamento prolungato dei pazienti in barella al pronto soccorso – dicono i sindacati -. Tutte circostanze che, inevitabilmente, determinano un aumento inaccettabile del rischio professionale a cui è sottoposto il personale. Situazione drammatica che, tuttavia. viene, peggiorata dalla ulteriore perdita di professionisti e operatori a seguito dello scorrimento della graduatoria per Infermieri e oss di Alisa che decidono di abbandonare il Galliera e per la mancanza dei riconoscimenti economici previsti dalla normativa proprio per la carenza di personale».

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: