diritti e sociale 

Caritas: raccolta di zaini, sacchi a pelo e giubbotti tipo piumino per i clochard di Genova e per la popolazione ucraina

Iniziativa organizzata in collaborazione con Caritas Odessa e con l’Associazione Prossimo. Si raccolgono solo zaini, sacchi a pelo, coperte pesanti (no trapunte), berretti e guanti invernali, giubbotti tipo piumino  Due i punti di raccolta: in centro città, presso la Chiesa di Santo Stefano e a Sestri Ponente, presso l’associazione Prossimo in via Monterotondo 16R

Da giovedì 3 a domenica 6 novembre raccolta straordinaria per l’inverno a favore delle persone senza dimora di Genova e della popolazione ucraina senza riscaldamento a Odessa.

Da giovedì 3 a Domenica 6 Novembre Caritas Diocesana di Genova e Caritas Odessa promuovono una Raccolta straordinaria di zaini, sacchi a pelo, coperte pesanti (no trapunte), berretti e guanti invernali, giubbotti tipo piumino destinati a sostenere sia le persone senza dimora di Genova nel quadro dell’Emergenza Freddo, sia la popolazione senza riscaldamento della città ucraina di Odessa, particolarmente collegata al capoluogo ligure.

Due i punti di raccolta: uno in centro città, presso la Chiesa di Santo Stefano sopra Via XX Settembre (ingresso da Via Lorenzo Garaventa); l’altro a Sestri Ponente, in Via Monterotondo 16R (ingresso da Via Ciro Menotti) presso la sede dell’Associazione Prossimo che collabora all’iniziativa. Nei giorni 3, 4 e 5 Novembre è possibile portare quanto raccolto dalle ore 10 alle ore 19; Domenica 6 Novembre l’orario è invece compreso tra le ore 12 e le ore 18.

[Continua sotto]

«Ogni inverno Caritas Diocesana – commenta il direttore Pippo Armas – promuove due azioni fondamentali a beneficio delle persone senza dimora che restano in strada a Genova, con grave rischio per la vita: una raccolta materiale e un allargamento dei posti a disposizione in accoglienza notturna, poiché i posti letto attualmente disponibili in città non sono sufficienti a soddisfare tutte le richieste. Queste iniziative verranno realizzate in dialogo con le istituzioni e con gli enti del Terzo settore impegnati con le persone senza dimora. Quest’anno, la circostanza della guerra in Ucraina e la lunga condivisione della Chiesa di Genova con la Comunità Ucraina presente in città ci ha permesso di sentire nostra l’urgenza di allargare la raccolta anche agli abitanti di Odessa, molti dei quali dovranno presto affrontare un inverno rigido senza la possibilità di riscaldarsi. Grazie a padre Vitaly Tarasenko, pastore della comunità ucraina genovese, parte di quanto raccolto verrà quindi inviato direttamente a Caritas Odessa. Ringraziamo fin d’ora i genovesi che si confermano sempre attenti e generosi, dimostrando che si può allargare la solidarietà a chi è lontano senza mai dimenticare chi soffre a pochi metri da noi».

Per rendere efficace la raccolta e per rispettare norme igieniche è importante ricordare che il vengono raccolti solo zaini, sacchi a pelo, coperte pesanti (no trapunte), berretti e guanti invernali, giubbotti tipo piumino.Per questioni organizzative non saranno ritirati altri tipi di indumenti. Il materiale conferito deve essere fasciato e pulito in condizioni pari al nuovo.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: