Ambiente Senza categoria 

Mobilità sostenibile, premio Urban Award 2021: a Genova 3 cargo bike elettriche

Due delle 3 cargo-bike a pedalata assistita saranno utilizzate in via sperimentale, a turno, da alcune aziende genovesi, mentre la terza andrà alla partecipata Aster. Consegnate ad Euroflora

Si è tenuta ieri pomeriggio, nell’area ex Fienile dei Parchi di Nervi, la cerimonia di consegna delle 3 cargo-bike a pedalata assistita che il Comune di Genova ha vinto nell’ambito dell’Urban Award 2021 – il premio ideato da Ludovica Casellati, direttrice di Viagginbici.com e Luxurybikehotels.com, organizzato in collaborazione con Anci, Openjobmetis Spa, Intesa Sanpaolo, Bosch eBike Systems Italia e Confindustria Ancma –, assegnato ogni anno al Comune italiano più virtuoso sui progetti legati alla bicicletta e alla mobilità sostenibile.

Urban Award ha l’obiettivo di promuovere le soluzioni che i Comuni hanno realizzato o stanno attuando per incrementare l’utilizzo di biciclette, favorendo così una mobilità più sostenibile. «Le politiche delle amministrazioni giocano un ruolo fondamentale e fanno la differenza – sottolinea Ludovica Casellati, ideatrice del Premio –. Ne è la prova il Comune di Genova con il suo ambizioso progetto Smart Move, che ha fatto cambiare passo alla città. Un’iniziativa articolata e coraggiosa, partita dal basso, da associazioni di cittadini convinti della necessità di dare un volto più sostenibile alla città e che consentirà al capoluogo ligure di guardare al futuro in modo nuovo».

L’iniziativa viene realizzata con la collaborazione di ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani, sicura che sia fondamentale far conoscere i progetti ideati dalle amministrazioni per convincere sempre più Comuni a investire nel futuro per città sempre più a misura di 2 ruote.  

«Saluto con piacere questa nuova tappa del percorso del Premio Urban Award e il riconoscimento dato al Comune di Genova – dichiara il Presidente dell’ANCI, Antonio Decaro ¬–. L’uso della bicicletta è ormai parte integrante della programmazione urbana di tutte le città. La bici è diventata a tutti gli effetti un mezzo di trasporto quotidiano e rappresenta un’alternativa all’auto privata per il tempo libero, ma anche per gli spostamenti verso il lavoro, verso la scuola, per tornare a casa. L’impegno per tutti deve essere quello di continuare a investire in infrastrutture, in sicurezza, nella promozione dell’uso di questo mezzo. Il premio conferito al progetto Smart Move di Genova conferma che Urban Award è un utile strumento a disposizione delle amministrazioni locali per scambiarsi e diffondere le buone pratiche e le scelte progettuali più adatte al proprio territorio».  

La piccola flotta di cargo-bike in dotazione al Comune di Genova è offerta dai partner Bergamont (marchio facente parte del gruppo Scott) e Bosch eBike Systems Italia, entrambi associati a Confindustria Ancma.

«Quello che ANCMA e le aziende associate hanno fatto donando queste cargo-bike – spiega Piero Nigrelli, direttore settore Ciclo ANCMA – è una testimonianza concreta, che racconta quanto anche l’industria voglia fare la propria parte nel diffondere e promuovere l’utilizzo della bici come stile di vita e strumento di mobilità nel quotidiano. A loro va un ringraziamento speciale, perché insieme a tutta l’associazione hanno creduto in questo premio per il valore simbolico che ha nell’accendere un riflettore sulle buone pratiche delle istituzioni locali in modo che siano contagiose e un esempio virtuoso anche per altre città».

«I dati della ECF (European Cyclists Federation) – afferma Federica Cudini, Marketing Manager Bosch eBike Systems Italia – dimostrano come ben il 51% degli spostamenti che avvengono ogni giorno nelle nostre città per il trasporto di beni potrebbe essere effettuato con bici tradizionali e cargo-bike elettriche, riducendo drasticamente la congestione stradale e apportando benefici economici e ambientali. In termini di emissioni si stima addirittura una riduzione fino a 8 tonnellate di CO₂ all‘anno utilizzando una cargo-bike rispetto a un veicolo da trasporto classico. Fornendo in dotazione al Comune di Genova queste prime eCargo-bike, equipaggiate con il sistema ad hoc Cargo Line, Bosch vuole iniziare a incoraggiare questo switch, con l’obiettivo che anche altre amministrazioni comunali, così come altri operatori pubblici e privati, possano considerare questa soluzione innovativa ed efficiente per le loro attività».

«La strategia del marchio Bergamont punta a migliorare la qualità della vita nelle città promuovendo soluzioni di mobilità attiva, come gli spostamenti in bicicletta, il commuting urbano e un supporto al business del cosiddetto “ultimo miglio” – sottolinea Donatella Suardi, General Manager SCOTT Italia –. Siamo fieri di sostenere le amministrazioni che muovono importanti passi verso una viabilità e una vita più sostenibile all’interno delle città. La bici oltre ad essere uno sport rappresenta per noi uno stile di vita che si pone come una valida alternativa alle auto».

Due cargo-bike verranno assegnate in comodato d’uso a piccole aziende genovesi, che le useranno a turno in via sperimentale, mentre la terza sarà temporaneamente messa a disposizione di Aster, l’Azienda servizi territoriali del Comune di Genova.

«Da tempo l’Azienda ha sposato la causa della sostenibilità nei trasporti sul lavoro anche attraverso l’adozione di mezzi elettrici, specie all’interno dei parchi – conferma il CEO di Aster Antonello Guiducci –. Nell’ottica di limitare costi ed impatto ambientale, l’aggiunta al nostro parco mezzi di una cargo-bike rappresenta un ulteriore, deciso step in questo percorso virtuoso».

Il Comune di Genova ha allo studio una sperimentazione delle 2 cargo-bike che coinvolga le associazioni di categoria Ascom Confcommercio, CIA, Confartigianato, Confesercenti, Confindustria, Cna e Coldiretti. A questo scopo si stanno individuando le aziende locali interessate, nei prossimi mesi, a testare le cargo-bike nell’ambito della logistica annessa alle proprie attività produttive, artigianali e commerciali.

Al momento le imprese cittadine che hanno manifestato interesse per l’utilizzo delle cargo-bike sono già 10: Fabbro Drago e Carpenteria Metallica, Rossi 1947, consorzio Liguria Genuina, Zafferano di Rosso, La Goletta Seaside, Tiflis Braceria Pizzeria, Gelateria Box Cream, Al Baretto-GelatItalia, impresa individuale Gennaro Acampora e Civ Gottardino. Il percorso di partecipazione costruito dall’Ente insieme a queste aziende prevede che le stesse possano usare in via provvisoria le cargo-bike con turni di due mesi.

Il dialogo tra Comune di Genova e associazioni di categoria è ancora in corso, dunque altre imprese possono fare richiesta di partecipare alla sperimentazione. Per informazioni le aziende interessate possono contattare l’ufficio Smart Mobility del Comune di Genova all’indirizzo e-mail smartmobility@comune.genova.it o al numero di telefono 010/5577138.

Per quanto riguarda invece la cargo-bike assegnata ad Aster, l’azienda impiegherà, sempre in via sperimentale, il mezzo per supportare gli interventi di manutenzione del verde pubblico, all’interno dei parchi cittadini, che richiedono il trasporto e l’utilizzo di attrezzi di piccole e medie dimensioni.

Le cargo-bike sono un mezzo di trasporto agile che consente di trasportare rapidamente e in modo versatile piccoli carichi e attrezzature, senza congestionare il traffico, inquinare e trovando facilmente parcheggio. Ciò le rende particolarmente adatte per attività quali consegne e brevi spostamenti, contribuendo a costruire una mobilità urbana più sostenibile e a migliorare la qualità di vita e dell’aria in ambito urbano.

Il Comune di Genova, affidandole in via provvisoria alle aziende del territorio, intende dare ad esse il tempo di capire se le cargo-bike a pedalata assistita possano diventare uno strumento utile e di supporto alle loro attività quotidiane, in linea con le iniziative in materia di sostenibilità e transizione ecologica che l’Ente sta portando avanti sul territorio comunale.

Infine, la consegna temporanea delle cargo-bike vinte nell’ambito del Premio Urban Award 2021 è un modo, per il Comune di Genova, di destinarle alla Città affinché se ne faccia un uso utile alla collettività in termini di spostamenti e abitudini di mobilità più sostenibili.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: