Portofino primo Comune custode di orchidee in Liguria. Firmato accordo progetto europeo Life Orchids

Tempo di lettura stimato: 2 minuti

LIFEorchids è un progetto finalizzato a contrastare l’attuale declino, e il rischio di estinzione, di orchidee spontanee (non coltivate) tipiche di praterie ad alta biodiversità, che sono considerate di particolare qualità proprio quando ricche in orchidee

Prevede il ripristino di questo habitat, il ripopolamento di 9 specie di orchidee, la stipula di accordi di custodia e lo scambio di pratiche e conoscenza tra Italia e Repubblica Ceca, con l’associaizone Csop e,tra gli altri partner di progetto, l’Università di Genova e il Crea di Sanremo

È stato firmato questa mattina l’accordo per la custodia delle orchidee nel territorio del Comune di Portofino.

Nelle sala del Consiglio del Comune il sindaco Matteo Viacava ha accolto la prof.ssa Mariangela Girlanda e la dott.ssa Giovanna Garrone, Università di Torino e coordinatrici del progetto Life Orchids in qualità di capofila, Simona Colombo di Legambiente Lombardia, il vicario Roberto Cavagnaro e Lara Fiorentini in rappresentanza dello staff del Parco naturale Regionale di Portofino, partner del progetto e alla presenza del vice sindaco Giorgio D’Alia e del presidente di Legambiente Liguria, Santo Grammatico.

Il Comune di Portofino, il primo in Liguria a diventare custode di orchidee, collaborerà alla conservazione e tutela del loro delicato habitat.

Possono aderire alla custodia delle orchidee i comuni, i proprietari di terreni e possono diventare “promotori” della custodia i cittadini interessati, anche se non in possesso di terreni.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito del progetto www.lifeorchids.eu.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: