Richiede l’intervento dei poliziotti e li accoglie impugnando una pistola

È successo in piazza dell’Agnello, tra San Luca e Sottoripa, poco dopo mezzanotte e mezza. L’uomo ha chiamato la polizia perché un residente del palazzo di fronte, esasperato per la musica a tutto volume che diffondeva, gli avrebbe lanciato una bottiglia

La Polizia di Stato ha denunciato un cittadino sardo di 25 anni per il reato di minacce gravi a Pubblico Ufficiale.
Gli operatori dell’U.P.G. sono intervenuti a seguito di una chiamata al 112 N.U.E. per una lite tra vicini. Il 25enne, parecchio agitato, ha aperto la porta di casa ai poliziotti impugnando una pistola che ad un primo sguardo sembrava vera e nonostante le ripetute richieste di posarla in luogo sicuro lo stesso ha tergiversato prima di ottemperare all’ordine. Solo dopo si è accertato che l’arma in questione fosse una pistola da soft air. Il motivo dell’intervento è scaturito dal fatto che un non ben precisato vicino del palazzo di fronte gli avrebbe lanciato una bottiglia di vetro, a causa del volume dello stereo troppo alto, ragion per cui lui ha impugnato la pistola per minacciare il contendente.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: