Pesta alla fermata collaboratore di Gambino, denunciato attivista Zapata

L’aggressione è avvenuta ieri alle 17:40 presso la fermata del bus e la vicina stazione della metro di via Buozzi. L’aggredito sarebbe stato un frequentatore dei centri sociali che aveva lavorato in campagna elettorale per l’esponente Fdi. L’aggressore avrebbe urlato minacce anche contro il consigliere delegato

Nei guai un 28enne genovese che ha visto alla fermata il 30enne, ha tirato il freno a mano della macchina, un’utilitaria nera, su cui viaggiava, è sceso dall’auto ed è andato a tirare pugni e calci all’uomo che era in attesa del bus per poi risalire sul veicolo e andarsene. Non è, però, passato inosservato perché era presente un poliziotto fuori servizio e in borghese che ha annotato la targa. Non è stato difficile per la Polizia ritrovare l’aggressore e denunciarlo per le botte.
L’aggredito è un uomo che ha lavorato per la campagna elettorale regionale di Sergio Gambino (consigliere comunale delegato del gruppo di Fratelli d’Italia) ma non sarebbe un attivista del partito. Il 30enne, soccorso e medicato in ospedale, guarirà in una ventina di giorni: ha subito la frattura del setto nasale.
Il 28enne, accompagnato dalla fidanzata, avrebbe gridato: «Infame te la fai coi fasci» e «Te la faremo pagare a te e a quel fascista di Gambino».
«Quanto successo ieri è l’ennesimo atto violento di chi si professa pacifico, un atto antidemocratico fatto da chi sbandiera la sua bella democraticità a senso unico. Un atto che si commenta da solo e che mostra chiaramente chi è vittima di violenza e chi la violenza la pratica» dichiarano Matteo Rosso (coordinatore regionale), Antonio Oppicelli (commissario Fdi Genova) e Stefano Baggio, coordinatore area metropolitana.
«Una ferma condanna a questo gesto violento e la solidarietà al militante aggredito e al consigliere delegato Sergio Gambino» viene espressa dal capogruppo di Fratelli d’Italia in Comune Alberto Campanella e da Stefano Balleari capogruppo in Regione Liguria.
Sul fatto indaga la Digos.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: