L’addio di Tursi a Marco Sciaccaluga: un minuto di applausi

Il presidente del consiglio comunale Bertorello ha proposto di sostituire il tradizionale “minuto di silenzio” con il riconoscimento più bello del pubblico per ogni artista, lo stesso che ha accolto il feretro sulla piazza del teatro della Corte, sabato, dopo il funerale civile

In apertura di seduta, oggi, il consiglio Comunale ha ricordato Marco Sciaccaluga, scomparso il 10 marzo a 67 anni. Così il presidente del consiglio comunale Federico Bertorello: «Con lui Genova ha perso un uomo di enorme cultura, un attore, un regista, un grande maestro. Marco Sciaccaluga si è formato alla scuola del Teatro Stabile di Genova, dove ha esordito a 22 anni come regista, e dallo Stabile non è mai andato via. Quarantacinque anni di una carriera sempre in crescita, sempre a Genova: da regista principale a condirettore dello Stabile, a direttore della Scuola di recitazione. Marco Sciaccaluga è andato via senza vedere il “suo” teatro gremito nuovamente di spettatori, quel teatro che sabato 13 marzo si è riempito delle parole di chi lo ha amato per l’ultimo saluto, per applaudirlo un’ultima volta. Giungano alla famiglia, agli amici, ai suoi colleghi e ai tanti giovani che stava formando le condoglianze mie e del consiglio comunale della sua amata città. Vogliamo onorare Marco Sciaccaluga tributandogli non un minuto di silenzio ma un applauso lungo un minuto».
Un applauso ha accolto il feretro di Sciaccaluga anche sabato scorso, quando, al termine della cerimonia laica, la bara è uscita dal Teatro in spalla agli operatori Asef che lo hanno accompagnato per l’ultimo viaggio verso Staglieno.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: