Covid, scuola Embriaco: tanti genitori tengono i figli a casa per precauzione

Lamentano la scarsezza di informazioni a fronte di 4 classi in quarantena. La tracciatura del Covid nella scuola è prevista solo nei prossimi giorni

Il tam tam tra i genitori, quello che ieri aveva raggiunto anche noi, stamattina ha prodotto l’ammutinamento delle famiglie che in mancanza (a loro parere) di informazioni precise hanno tenuto a casa anche molti dei bimbi delle classi non in quarantena.

Le classi in quarantena della scuola di piazza Santa Maria in Via Lata sono una classe della scuola dell’infanzia, una prima, una terza e una quarta che oggi si è aggiunta alle altre.

I genitori lamentano reticenti e imprecise informazioni e il ritardo con cui, a loro parere, sono stati presi i provvedimenti anticontagio. Tanto, spiegano, che lo screening dei bambini della scuola, contrariamente a quanto detto ieri, non è ancora cominciato. Secondo nostre fonti inizierà solo nei prossimi giorni.

Così, i genitori che hanno potuto, hanno deciso di tenere a casa i bambini fino a quando non saranno rese informazioni precise e dettagliate. Sulla situazione, al netto del dato ufficiale delle classi in quarantena, non essendo stata dettagliata in modo che i genitori ritenessero sufficiente, ha dato anche il via libera a una serie di passaparola allarmanti sull’origine del focolaio e sul numero dei bambini effettivamente positivi. C’è chi parla di due insegnanti e almeno 4 piccoli per ognuna delle classi in quarantena. Dato, quest’ultimo, che sembra non essere reale. In mancanza di informazioni, chiaramente, la legittima preoccupazione dei genitori ha generato chat scolastiche roventi e una forte critica alla gestione della situazione da parte di mamme e papà.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: