Forza la porta di un bar chiuso e ruba l’incasso. Denunciato dalla Polizia

Il fatto è avvenuto il 20 ottobre scorso, i poliziotti del commissariato Centro sono risaliti al quarantenne dalle impronte lasciate sulla scena del crimine

Il fatto è avvenuto a calata Simone Vignoso, alla Darsena, all’una di notte del 20 ottobre. I poliziotti del commissariato Centro hanno denunciato per furto un marocchino 40enne pluripregiudicato.

L’uomo, forzando la porta d’ingresso, si era introdotto in un bar asportando 155 euro di fondo cassa. Dai rilievi effettuati dalla Polizia Scientifica sono emerse due impronte papillari che aveva lasciato durante il furto e che hanno permesso di risalire alla sua identità.

Cosa sono le “impronte papillari”? Le impronte papillari utili all’identificazione di una persona sono classificate in tre diverse categorie ovvero: le impronte digitali, le impronte palmari e quelle plantari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: