Borzoli, risolto il giallo dei rifiuti sanitari: erano sacche di glucosio e potevano andare nei cassonetti

A segnalare l’inquietante ritrovamento era stata la co-cordinatrice de l’Altra Liguria e presidente del comitato di Borzoli Antonella Marras. Si è pensato a rifiuti medici pericolosi. Invece, spiegano alla Polizia locale, erano solo sacche di glucosio (nuove) che potevano essere smaltite in un qualsiasi cassonetto

L’allarme era scattato il 27 novembre scorso e subito si era pensato a chissà quale intrigo. L’aspetto degli scatoloni era davvero poco rassicurante. Le sacche contenevano un liquido giallognolo che Marras aveva interpretato come orina. Immediata la segnalazione al Comune e Amiu ha delimitato la zona perché nessuno si avvicinasse: le sacche potevano contenere davvero materiale infetto, magari veicolo di contagio di covid. E, nel frattempo, spiega l’assessore Matteo Campora, si è contattata la ditta autorizzata allo smaltimento dei rifiuti speciali. <Invitiamo i cittadini a segnalare eventuali abbandoni – diceva stamattina l’assessore -. Nel caso specifico, si tratta sicuramente di materiale di natura sanitaria. Amiu è impegnata a colpire anche questo genere di abbandoni. Sono state già attivate le indagini per colpire il trasgressore>. Trasgressore, però, che si è scoperto nel pomeriggio passibile solo di una sanzione amministrativa perché i materiali non sono pericolosi e non sono nemmeno rifiuti speciali. Chi li ha abbandonati poteva tranquillamente inserirli in un bidone della raccolta dei rifiuti indifferenziati senza incorrere in alcuna sanzione. Si pensava a chissà quale giro di smaltimento scorretto di rifiuti nocivi, magari a persone o a piccole imprese che avessero preso in appalto lo smaltimento dei rifiuti di qualche Rsa della zona e che risparmiare ricorressero all’abbandono per strada. Al V distretto di Polizia locale sono più propensi a pensare, invece, che si sia trattato dell’azione certo scorretta, ma davvero senza ragione, del parente di qualche persona in cura a casa e, magari, deceduta: gli sarebbe bastato alzare il coperchio del vicino contenitore Amiu e gettare tutto dentro.

In copertina: foto d’archivio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: