La lettera: «Mia moglie incinta deve fare visita, ma nessuno viene a farle il tampone»

Ci scrive Marco Bruno, positivo al Covid. Racconta che la moglie incinta è stata messa anche lei in quarantena (ma preventiva) con l’altro figlio della coppia, ma la Asl non ha inviato la squadra per fare i tamponi e ora lei dovrebbe fare esami e visite importanti per il buon andamento della gravidanza. Dopo molte telefonate ed email alla Asl, la famiglia ha inviato una lettera a noi. Eccola

<Vorrei segnalare un problema legato ai tamponi – scrive Marco Bruno -. Siamo una famiglia di tre persone e presto arriverà la quarta perché mia moglie è incinta. Vi racconto la nostra storia. Ai primi del mese di ottobre sono stato poco bene ho avuto un po’ di febbre e dolori. Ho avverto il mio medico di famiglia che mi ha detto che al persistere di febbre e sintomi avrebbe segnalato alla Asl per il tampone. Qualche giorno dopo, le mie condizioni sono peggiorate e sono stato portato in ospedale con l’ambulanza. Dopo il test sono stato riconosciuto positivo al Coronavirus. Mi hanno messo in isolamento a casa. In isolamento, ma preventivo, anche mia moglie e mio figlio. Per farla breve, tutta la famiglia è alla Asl, ma, dopo tantissimi telefonate ed email, a tutt’ora non è venuto nessuno a farci i tamponi.  Mia moglie deve sottoporsi a visite abbastanza importanti per la gravidanza, ma non possiamo muoverci di casa. Non sappiamo cosa fare…>.

Speriamo che dopo questo appello qualcuno alla Asl si prenda a cuore il caso di questa famiglia in una situazione così delicata.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: