Riapre la Wolfsoniana con la mostra “Ivos Pacetti imprenditore futurista”

Ceramiche, fotografie e dipinti. Tra il 1932 e il 1934 Pacetti aderì al futurismo, partecipando ad alcune delle mostre principali della compagine marinettiana e scrivendo con assiduità sulle riviste del movimento, diventando, con Tullio d’Albisola, uno dei protagonisti della felice stagione della rinascita della ceramica albisolese

La sua ricca attività ceramica lo portò a collaborare o a fondare alcune tra le principali manifatture attive ad Albisola tra gli anni venti e gli anni quaranta e ad avviare, nel secondo dopoguerra, i due moderni stabilimenti “La Tavola della Pupa” e “Ceramiche Minime Fratelli Pacetti”, contestualizzando al contempo la sua produzione all’interno del più ampio panorama nazionale.

Dopo la chiusura determinata dall’emergenza sanitaria, venerdì 16 ottobre riapre la Wolfsoniana con il seguente orario: da venerdì a domenica h 10/18.

Fino al 1° novembre sarà visitabile la mostra Ivos Pacetti imprenditore futurista. Ceramiche fotografie dipinti, a cura di Matteo Fochessati e Gianni Franzone.

Focalizzata sulle arti decorative e di propaganda del periodo 1880-1945, la Wolfsoniana, partendo dal gusto per l’esotico diffusosi in Italia a fine ’800, si snoda attraverso le principali correnti linguistiche e espressive della prima metà del ’900, dall’Art Nouveau al Décò, dal Novecento al Razionalismo.
A documentare la complessità culturale dell’epoca contribuisce la straordinaria varietà e bellezza di materiali allestiti nel museo inaugurato a Nervi nel 2005 (dipinti, sculture, arredi, arti decorative, oggetti d’uso quotidiano e design industriale).

Per visitare il museo e la mostra è consigliabile acquistare il biglietto alla voce “biglietteria” cliccando sul link “acquista online”, o direttamente dal sito Ticketone.

I visitatori possono accedere al Museo nel rispetto del distanziamento sociale, fatto salvo per i nuclei familiari con figli minori che possono accedere insieme.

Per l’ingresso al Museo il visitatore:
dovrà indossare la mascherina
igienizzarsi le mani
effettuare il controllo della temperatura corporea: all’ingresso del museo è stata predisposta una postazione attrezzata per la misurazione della temperatura corporea secondo le modalità indicate dal personale: non potranno accedere in Museo le persone con temperatura corporea superiore a 37.5°C
seguire le regole del distanziamento sociale e le indicazioni riportate nella cartellonistica

Per motivi di sicurezza è momentaneamente interdetto l’uso del guardaroba ed è momentaneamente sospeso l’utilizzo dei sussidi alla visita.

È gradita la prenotazione:

tel. 010 3231329

biglietteriawolfsoniana@comune.genova.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: