Covid, in Liguria oggi l’indice di contagiosità risale a 0,76. È il più alto d’Italia

Restiamo la regione col maggior numero di decessi per abitante da inizio epidemia, ma scendiamo al terzo posto relativamente al periodo tra il 7 e il 13 maggio. La Liguria è seconda per contagi rispetto agli abitanti dall’inizio dell’epidemia ad oggi, ma scala alla terza posizione tra il 7 e il 13 maggio.
Aumentano i contagi

Oggi 67 i nuovi positivi (ieri erano stati 31, lunedì 44). 13 i nuovi decessi (ieri erano stati 8, lunedì 12).
Sempre oggi, l‘indice di contagio sale a 0,76 ed è il più alto d’Italia. La Lombardia è a 0,48, il Piemonte a 0,58, l’Emilia a 0,19, il Veneto a 0,17, la Toscana a , le Marche a 0,30, la Campania a 0,33. Le altre regioni hanno tutte indice più basso e la media nazionale è dello 0,40. Il nostro è quasi pari al doppio.

Per quanto riguarda il numero di contagi totali per ogni abitanti siamo secondi solo al Molise, che però conta solo 401 casi e 22 deceduti contro i nostri numeri che sono decisamente più alti, rispettivamente, 8.920 e 1.334. È vero che recentemente il ritmo è rallentato, tanto che nella “classifica” del periodo relativo agli ultimi 7 giorni (7-13 maggio) siamo scesi dalla prima alla terza posizione (sempre per numero di abitanti) e dalla seconda alla quarta per numero di nuovi contagi ancora in rapporto agli abitanti.
Siamo, invece, solo ottavi nella tabella che prende in considerazione dimessi e guariti, un calderone nazionale dove sono inclusi sia coloro che sono dimessi dall’ospedale e mandati a casa ad aspettare il tampone sia coloro che sono davvero e completamente guariti. Anche in questo caso abbiamo migliorati la posizione in classifica nella settimana dal 7 al 13, nella quale la Liguria si è piazzata terza.
Quanto ci si mette a guarire? Ricordate Luigi e Piera, la coppia di cui vi avevamo parlato all’inizio di marzo? Oggi lui ha ricevuto il risultato del secondo test (il primo era stato una decina di giorni dopo l’inizio della malattia): è purtroppo ancora positivo dopo 2 mesi. La moglie, con gli stessi sintomi anche se con conseguenze un po’ più lievi perché ha cominciato più tempestivamente a prendere i farmaci specifici, non era mai stata testata se non qualche giorno fa, quando è stato eseguito il secondo tampone al marito. Il suo risultato, però, non è arrivato insieme a quello del consorte.

Tutte le tabelle vengono dall’interessante sito Covidguard che usa i dati della Protezione Civile

Le grigliate del ponte del 1º maggio cominciano a far sentire i propri effetti: stamattina c’è stato un aumento dell’afflusso nei pronto soccorso, ad esempio al Villa Scassi.


La Tabella odierna del Ministero della salute
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: