Annunci
Ultime notizie di cronaca

Come il 12 agosto, ancora calcinacci sul parcheggio sotto il viadotto alle Gavette

Oltre un mese fa, quando successe la stessa cosa, i tecnici di Autostrade dissero che non erano caduti dal ponte. Oggi è successo di nuovo (è caduto un pluviale) e sopra i posteggio non c’è altro che il viadotto della A12

Di nuovo sgomberato, come un mese e 10 giorni fa, il posteggio delle Gavette, area comunale. Anche questa volta, su segnalazione degli abitanti, è arrivata la polizia locale che ha transennato l’area.

[Qui l’articolo del 12 agosto scorso]

AGGIORNAMENTO: <Le immediate verifiche effettuate dai tecnici della Direzione di Tronco di Genova – recita una nota dalla Direzione di tronco di Genova di Autostrade per l’Italia – hanno rilevato lo sganciamento di un gomito di plastica di un pluviale per lo scolo dell’acqua piovana, distaccatosi probabilmente a causa del maltempo odierno e del forte afflusso di acqua. È prevista già per domani mattina la sostituzione del pezzo in plastica. Il viadotto, monitorato e mantenuto con regolarità, è assolutamente sicuro e non presenta alcuna anomalia che ne influenzi il comportamento statico>.

Nelle foto sotto: i lavori notturni sotto al ponte – immagini di Ivan Salvador

Il M5S chiede di chiudere subito il viadotto

Alice Salvatore del M5S chiede di chiudere subito il viadotto: <Già ad agosto, tramite la nostra consigliera municipale Lara Delpino, avevamo chiesto ad Autostrade aggiornamenti sulle condizioni del Bisagno – scrive -. Naturalmente la risposta fu di piena rassicurazione e che se qualcosa fosse accaduto, come se parlassero di un gioco, sarebbero stati pronti a intervenire. Poco tempo dopo abbiamo saputo grazie alla Procura che le loro rassicurazioni non valgono nulla. Basta giocare sulla pelle dei cittadini! Poiché, comunque, ai j’accuse noi preferiamo le azioni concrete a tutela della cittadinanza, riteniamo sia arrivato il momento di pensare a che cosa fare ora. E cioè: chiudere il Bisagno. Una task force che non sia di Autostrade, poi, controlli la situazione strutturale. E solo se quel viadotto risulterà sicuro, riaprirlo. In caso contrario, tenerlo chiuso e sistemare tutto quanto risulti pericolante>.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: