Bufale.net sbugiarda la fakenew dei social: i rom NON rapiscono i bambini a Bolzaneto

Il sito che mette in piazza (virtuale) le false notizie fa chiarezza su una voce del tutto priva di qualsivoglia fondamento e dal disgustoso retrogusto razzista

Bufale.net è un sito utile e interessante in cui si può andare a cercare quando si cerca di capire la veridicità delle notizie. Stavolta smentisce categoricamente una bufala tutta genovese, messa in giro ad arte, verosimilmente per fomentare l’odio razziale.

Da bufale.net

No, non è vero che ci siano Rom che rapiscono i bimbi a Bolzaneto e forse sarebbe anche il caso che le forze di polizia indagassero su questi presunti “cittadini attivi” che divulgano notizie destituite di ogni fondamento procurando allarme sociale e fomentando il razzismo, già troppo diffuso negli ultimi tempi. Probabilmente non si tratta semplicemente di burloni campioni di cattivo gusto, ma di ingranaggi della macchina messa in campo per creare paura, suscitare il bisogno di sicurezza diffondendo finta insicurezza per poi quindi chiedere svolte repressive anche pesanti o semplicemente fomentare il razzismo tra i più semplici, coloro che sono più avvezzi ad abboccare, quelli che non hanno l’abitudine di controllare e condividono senza verificare. Questo è, purtroppo, il risvolto negativo dei social: tutti hanno pari dignità di stampa, che siano in malafede o, semplicemente, non sappiano distinguere quello che è vero da ciò che non lo è.


Riportiamo, come fa bufale.net, senza correzioni il messaggio che gira via social e via Whatsapp

A bolzaneto è successo fate attenzione mamme e papà
Scusate volevo fare una segnalazione… Ieri pomeriggio un mio amico era in piazza con la sua bambina di 3 anni era al telefono ma per fortuna si e accorto che le si è avvicinata una bambina rom dicendole di andare a giocare dietro dalla croce e pare che ci fosse qualcuno ad aspettare che arrivassero le due bambine… Lui ha denunciato il fatto ai carabinieri e ha scoperto tramite altre mamme che non era la prima volta che succedeva… Quindi fate attenzione ai bimbi!!…. Scusate ma ho preferito avvisare

Non è vero! Non condividete mai messaggi di questo genere senza averli verificati.


Se non via basta l’interessante analisi di bufale.net [qui la pagina relativa], sappiate che abbiamo verificato presso le forze dell’ordine: non esiste alcuna denuncia.

Bufale.net è un portale di fact-checking contro la disinformazione, le bufale e l’allarmismo che su Internet dilagano, infestando le bacheche social. <Siamo un servizio per i cittadini completamente gratuito. Siamo persone, siamo liberi cittadini – spiegano sul sito -. Voi segnalate, noi verifichiamo. I nostri articoli sono ricerche, analisi di notizie pubblicate da quotidiani, notiziari e trasmesse dalla televisione e dalla radio. Cerchiamo sempre di usare un linguaggio comprensibile, partendo dalla vostra segnalazione e riportando le nostre conclusioni sulla base di dati oggettivi>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: