Porto Senza categoria 

Porto, le priorità di Assagenti per il 2016

Soddisfazione per l’andamento dello scalo anche nel 2015 ma preoccupazione per il 2016 sia per la burocrazia che rischia di attanagliare per l’ennesima volta il porto di Genova.

“Il commissariamento” ha detto Gian Enzo Duci, il presidente che arriverà a fine mandato all’inizio del prossimo anno “dovrà essere una pratica veloce perché Genova non può fare a meno di un presidente che la guidi in un momento di scelte molto delicate e di passaggi importanti.”

Duci ha elencato le manovre ferroviarie, la nuova diga del porto, le riparazioni navali da ridisegnare e il ribaltamento dell’area a mare come i principali passaggi dei prossimi mesi da non mancare assolutamente. Davanti a circa duecento invitati negli austeri e affascinanti spazi del museo dell’Accademia Ligustica e ascoltato con attenzione dall’ammiraglio Giovanni Pettorino, attuale commissario, Duci ha poi snocciolato i risultati della sua categoria che con molte probabilità, alla fine del suo mandato, guiderà a livello nazionale.

duci3

Gli snellimenti delle procedure doganali grazie all’E-port, la seconda edizione della Shipping Week e l’accordo con Maersk che fa della categoria l’unica ad essere rappresentata a livello europeo in Ecasba e Fonasba tra i risultati principali del 2015.

La serata ha avuto come tradizione il suo risvolto mondano con la presentazione del restauro della tela di Luca Cambiaso “Sacra famiglia con angeli e donatori” spiegata e raccontata ai portuali dal direttore del museo Giulio Sommariva. “il restauro” ha spiegato Sommariva “ha portato alla luce il cromatismo originale di Cambiaso eliminando una vernice gialla e opaca che ne mortificava la bellezza.”

sommariva

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: