Enti Pubblici e Politica 

Anpi Genova, nasce fronte unico con associazioni, partiti e sindacati per rilanciare sui temi sociali e la pace

L’associazione: «Di fronte al “terremoto” provocato dalla vittoria alle elezioni politiche del 25 settembre, che hanno visto l’affermazione delle forze più dichiaratamente di destra, l’Anpi e le forze che si riconoscono nei valori dell’antifascismo, dai partiti della sinistra e del centrosinistra agli scout Agesci, dalla Cgil alle Acli, Libera, Democratici, attestano un percorso comune che ribadisca l’impegno, ancora più forte per la democrazia costituzionale ed in particolare sui temi sociali e per la pace: come peraltro dimostrato dalla grande manifestazione di Roma il 5 novembre scorso»

«Domenica 20 novembre, nella sala Cap di via Albertazzi a Genova, l’assemblea dell’Anpi provinciale di Genova, convocata alla presenza del vicepresidente nazionale vicario Carlo Ghezzi, ha visto crescere, intervento dopo intervento, l’urgenza e la necessità di un’azione comune che, a fronte di molti atti già assunti o comunque indicati tra le “priorità” del governo Meloni, ribadisca che l’Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro, e quindi sul rispetto di tutte le necessità sociali, il cui valore costituente è legato strettamente alla lotta di Liberazione che ha permesso la nascita dell’Assemblea Costituente – dicono all’associazione -. Anpi e tutte le altre associazioni antifasciste non sono un partito e non intendono esserlo, ha chiarito Carlo Ghezzi: ma vogliamo chiamare a quella necessaria unità che ci permetta di controbattere una propaganda delle forze di governo che è ben distante dalla realtà di un paese sempre più impoverito e in difficoltà. Perché l’antifascismo di oggi, come già aveva segnalato aprendo i lavori il presidente provinciale e coordinatore ligure Anpi Massimo Bisca, è giustizia sociale e pace: come confermano le migliaia di nuove iscrizioni registrate in questi mesi. L’iniziativa di Anpi Genova, molto partecipata e fondamentale in questo momento storico, proseguirà con una serie di incontri sul territorio, dedicati anche alla conoscenza e all’approfondimento sulle vicende delle stragi nere – come piazza Fontana – e ai fatti fondamentali del secondo novecento italiano».

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: