Il Rotary Club Genova San Giorgio compie vent’anni e li festeggia alla Villa del Principe

Il Rotary Club Genova San Giorgio è composto da 62 soci effettivi. Il prossimo 29 marzo celebrerà il ventennale fondazione alla presenza delle autorità rotariane, civili, militari, soci e amici


Il Rotary Club Genova San Giorgio, presieduto per l’anno rotariano 2021-2022 da Stefania Morasso, un’imprenditrice del settore dello shipping, fa parte del Rotary International e ha come scopo il “servire al di sopra di ogni interesse personale “ dove servire significa essere disponibili verso gli altri e operare per il bene comune, vivere nella propria comunità come parte attiva mettendo a disposizione le proprie capacità, le proprie competenze professionali, il proprio tempo, le proprie risorse.

L’azione del Rotary è Civic Work, impegno nella realizzazione di progetti incisivi ed efficaci per la comunità; si tratta di iniziative e progetti con l’obiettivo di generare sviluppo, creare valore e soprattutto essere sostenibili al fine di garantirne la durata nel tempo.

Ciò che rende il “ service” rotariano diverso da un atto di pura charity è l’impegno individuale di ciascun socio rotariano che mette a disposizione le proprie competenze professionali a favore dei progetti. Citando il fondatore del RI Paul Harris […] Il Rotary non deve fare beneficenza ma rimuovere le cause che rendono la beneficenza necessaria […]

Fin dalla sua costituzione il Rotary Club Genova San Giorgio si è distinto come uno dei club con l’età media dei soci più bassa di tutto il Distretto 2032. Questa caratteristica di traduce costantemente in un forte programma di attività e iniziative denominate “service” del Club e come partecipazione ad iniziative di altri club, genovesi e non solo.

In questi vent’anni le iniziative del Club hanno toccato tutte le aree di intervento rotariane con particolare riguardo alla prevenzione e cura delle malattie, allo sviluppo economico e comunitario sia in ambito territoriale, sia internazionale.

Tra i Service storici promossi dal RC Club Genova San Giorgio, condivisi dagli altri club genovesi e che ogni anno vengono riproposti, si ricorda il sostegno alla mensa del povero di Sant’Egidio tramite il confezionamento e la distribuzione del Riso Solidale, il sostegno al recupero sociale per il Carcere di Marassi attraverso la collaborazione con l’Associazione Teatro Necessario – Compagnia Teatrale” Scatenati”, l’attività di formazione medica per professionale in Kenya (VTT Vocational Training Team), il microcredito, l’alfabetizzazione elettronica nelle scuole, il supporto al Progetto Weekend di Angsa Liguria e alla Comunità Abbraccio di Don Orione.

Nell’anno del ventennale dalla sua fondazione, in linea con il tema presidenziale per l’Anno Rotariano 2021-2022 indicato dal Presidente del Rotary International Shekar Mheta “ Servire per cambiare vite” con focus sulla diversità , il Rotary Club Genova San Giorgio ha indirizzato il proprio sforzo sull’empowerment femminile, inteso come conquista della consapevolezza di sé e del controllo delle proprie scelte, ritenendo che una delle chiavi fondamentali per giungere ad esso sia l’imprenditorialità . Più donne protagoniste nell’economia contribuiscono in modo determinante alla consapevolezza della piena parità tra i generi. È un fattore non solo economico ma anche culturale per puntare sul cambiamento, sull’innovazione, sulle capacità e sulle doti di leadership delle donne affinché siano messe nella condizione di contare, di essere protagoniste, di governare. Su questa linea vale la pena ricordare FaberWoman, un concorso di idee imprenditoriali al femminile ideato e progettato dal Club in collaborazione con CNA.

Nel corso dell’anno rotariano, forte è stato anche l’impegno nell’ambito socio sanitario attraverso il supporto della P.A Croce Bianca Genovese “ sia proponendosi come capofila di un progetto condiviso da tutti i club genovesi “Telesoccorso per le persone fragili” servizio socio-sanitario rivolto alle persone che, ancorché autonome nella loro vita quotidiana, avendo particolari fragilità sono più deboli (prime tra tutti gli anziani e i portatori di handicap) e vivono sole, sia contribuendo all’allestimento del nuovo presidio medico della P.A Croce Bianca Genovese nel porto di Genova -Area delle riparazioni navali, inaugurato lo scorso 13 novembre, unitamente al Club delle Inner Wheel Genova Sud Ovest.

Tante sono state anche le iniziative condivise e intraprese in collaborazione con tutti i club Genovesi e presentate nel corso del Rotary Day lo scorso 23 febbraio così come le iniziative del Distretto Rotary 2032 rappresentato dal Governatore Silvia Scarrone. Tra queste merita una citazione il Convegno “ End Violence Now” organizzato in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, con l’assegnazione di una borsa di studio ad una studentessa afgana residente a Genova.

Più recente sempre su iniziativa distrettuale è stata attivata una raccolta fondi Rotary For Peace a favore della popolazione ucraina martoriata dalla guerra e, grazie alla Fondazione Rotary e USAID, la donazione di concentratori di ossigeno a RSA cittadine.

Per essere sempre più efficace e trasparente il RC Genova San Giorgio, primo Rotary Club in Italia, si è trasformato in Ente di Terzo Settore ed è iscritto al RUNTS Registro Unico Nazionale del Terzo Settore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: