Plastipremia, punti raddoppiati in 12 compattatori

Nuovo accordo con COMIECO, il Consorzio Nazionale per il recupero e il riciclo degli imballaggi a base cellulosica, per permettere ai genovesi di ottenere più facilmente i buoni sconto delle attività convenzionate con il progetto degli ecocompattatori in città

Raddoppia la possibilità di accumulare punti negli ecocompattatori diffusi a Genova grazie all’inserimento, in 12 macchine già presenti in città, di una nuova bocchetta dove conferire i cartoni per le bevande, affiancata a quella dedicata alle bottiglie e ai flaconi di plastica.
La novità, tutta genovese, è stata presentata oggi in piazza Paolo da Novi alla Foce, da sempre nella “top list” dei quartieri più ‘performanti’ dal punto di vista dei conferimenti negli ecocompattatori.
Erano presenti l’assessore all’ambiente Matteo Campora, il presidente del Municipio VIII Medio Levante Francesco Vesco, il vice direttore COMIECO Roberto Di Molfetta, il presidente AMIU Genova Pietro Pongiglione ed Emanuele Guastavino, vice presidente dell’Istituto Ligure del Consumo.
Dichiara l’assessore Matteo Campora: «Grazie all’accordo con COMIECO, consorzio che si occupa della filiera della carta e del cartone, Genova si aggiudica un altro importante primato. La nostra città infatti possiede il più alto numero di ecocompattatori in Italia con una doppia raccolta in quanto, oltre alle 12 macchine con integrata la bocchetta per i cartoni per bevande, ce ne sono altri 2 in zona Centro Storico dove è possibile conferire plastica e alluminio. Una vera unicità nel panorama nazionale che conferma il nostro impegno e la grande attenzione verso l’ambiente e la raccolta differenziata, accanto alle premialità per incentivare comportamenti virtuosi da parte dei genovesi».

Da oggi i cittadini genovesi potranno portare nella stessa macchina, oltre a bottiglie e flaconi in plastica, anche cartoni per alimenti come i contenitori per il latte, succhi di frutta, panna, vino, passata di pomodoro e tutti gli imballaggi composti in materiale poliaccoppiato.
Afferma Roberto Di Molfetta, vice direttore COMIECO: «Con la campagna di sensibilizzazione presentata oggi diamo l’opportunità ai genovesi di separare i cartoni per bevande e avviarli a riciclo anche attraverso l’utilizzo degli ecocompattatori posizionati in città. Siamo sicuri che i cittadini apprezzeranno la possibilità di ottenere le nuove premialità messe a disposizione da COMIECO, con la corretta separazione di questi imballaggi in carta: il loro impegno è infatti fondamentale per avviarli a riciclo attraverso il canale dedicato in cartiera e consentirne la trasformazione in nuova carta e nuovi oggetti».

Continua Pietro Pongiglione: «Ancora una volta, grazie alla collaborazione di diversi soggetti che da sempre collaborano con AMIU, stiamo diffondendo sempre di più un percorso virtuoso che non si ferma solo alla buone pratiche ambientali e di sostenibilità, ma che vuole spingere la consapevolezza che da piccoli e personali gesti nascono risultati sempre più importanti per la cura della nostra città. Perché, sembrerà banale, ma è vero che “l’unione fa la forza” a tutti i livelli, dalle istituzioni ai singoli individui. Inoltre le prossime nuove 4 macchine, che metteremo prossimamente in città grazie ad un finanziamento regionale concesso da Città Metropolitana di Genova, saranno già adattate per la raccolta di cartoni per bevande».

Le confezioni raccolte vengono inviate alle cartiere per il riciclo. Qui la carta viene separata dagli strati di plastica ed alluminio con un processo meccanico e senza aggiunta di sostanze chimiche per poi essere utilizzata nella fabbricazione di nuovi prodotti.


Le fibre di cellulosa diventano nuovi fogli di carta di ottima qualità per la produzione di scatole e sacchetti per le attività commerciali, ma anche articoli per l’igiene (fazzoletti, carta igienica, tovaglioli). Plastica e alluminio sono invece utilizzati per creare nuovi oggetti di uso comune, come articoli per la casa.
Concludono Furio Truzzi e Emanuele Guastavino, rispettivamente presidente e vice presidente dell’Istituto Italiano del Consumo: «La forza del progetto PlasTiPremia non si arresta e si conferma sempre più in ascesa. L’aggiunta degli imballaggi a base di cellulosa, che si sommano alla già lunga lista di materiali riciclabili, rappresenta un’altra grande vittoria del progetto, che continua a convincere e a crescere in maniera esponenziale».
Con questa nuova funzionalità conferendo questi imballaggi nell’ecocompattatore, si potranno raccogliere punti (un punto per ogni cartone inserito) e, a partire da 30 punti, i cittadini potranno usufruire di buoni sconto nei negozi e nelle attività convenzionate. I punti si sommano a quelli ottenuti con la plastica.

L’attivazione delle nuove postazioni per il conferimento degli cartoni per bevande sarà supportata da una campagna di comunicazione che prevede attività online e offline e per far conoscere meglio l’utilizzo degli ecocompattatori anche l’adozione di una “mascotte”, che inviterà i cittadini a partecipare al gioco “Fai centro con i cartoni per bevande”. I partecipanti dovranno cercare di fare canestro con delle confezioni vuote e schiacciate in un box portatile simile agli ecocompattatori installati in città. Ai partecipanti sarà consegnato un buono sconto spendibile nelle attività convenzionate.
Le 12 macchine interessate dalla raccolta dei cartoni per bevande sono in: piazza Manin a Castelletto, via Brin a Certosa, via Bertolotti a Cornigliano, piazza Paolo da Novi alla Foce, piazza G. Ferraris a Marassi, Ponte Fleming a Molassana, a Quinto in piazzale Rusca, a Pra’ in via Pra’, a Sampierdarena in piazza V. Veneto, a San Fruttuoso in piazza Martinez, a San Teodoro in piazzale Pestarino e a Sestri Ponente in via Ferro.

In due macchine del centro storico resta l’iniziativa di raccolta sperimentale delle lattine in alluminio: piazza Caricamento (uscita Metro san Giorgio) e piazza Sarzano (uscita Metro Sarzano).
Con i 14 ecocompattatori distribuiti in tutti i nove Municipi di Genova, il progetto “PlasTiPremia” – iniziato a fine 2020 – vede confermare nella nostra città una bella e fruttuosa sinergia tra diversi soggetti come AMIU Genova, Regione Liguria, Comune di Genova, COMIECO (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base cellulosica), COREPLA (Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclo e il Recupero degli imballaggi in plastica), CIAL (Consorzio Nazionale Imballaggi Alluminio) e ILC (Istituto Ligure per il Consumo). Una collaborazione che è sempre di più un valido esempio di economia circolare, nata per aumentare e promuovere la corretta raccolta differenziata con ricadute positive sull’ambiente e dare un valido aiuto anche alle attività commerciali coinvolte.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: