Toti insiste per cambiare il sistema di tamponi e tracciamento: «Blocca migliaia di persone senza sintomi»

Tra questi ci sono anche quelli in quarantena perché contatti di caso, ma solo se non hanno già la terza dose

«La situazione del Covid in Liguria è sostanzialmente stabile: a fronte dell’aumento dei contagi, dovuti alla sempre maggiore circolazione della variante Omicron, il numero dei ricoverati in ospedale rimane costante, con un lieve incremento registrato oggi a causa delle minori dimissioni durante il fine settimana. Rimane evidente la necessità di modificare il quadro normativo per renderlo maggiormente coerente con una situazione reale profondamente diversa rispetto alle prime ondate pandemiche. L’obiettivo dev’essere semplificare, a partire dalle zone colore che ormai non comportano alcuna conseguenza sulle persone vaccinate e sulle attività economico produttive». Così il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti in merito alla situazione della pandemia.

«Con un virus così contagioso – prosegue Toti – l’attuale sistema di tamponi e tracciamento costringe la sanità ad uno sforzo immane e per lo più inutile se non addirittura dannoso, con il risultato di bloccare migliaia di persone a casa in isolamento o, ancor peggio, in quarantena perché contatti di caso, anche se vaccinate e senza alcun sintomo. Per quanto riguarda gli ospedali, bisogna puntare l’attenzione solo su coloro che sono sintomatici e vengono ricoverati per patologie Covid correlate, escludendo dal conteggio i pazienti che, asintomatici, si recano in ospedale per altre patologie che nulla hanno a che fare con il virus ma risultano positivi ai controlli di routine. L’unica arma efficace contro il Covid è il vaccino ed è lì che dobbiamo concentrare le nostre risorse: in Liguria – conclude – lo stiamo facendo ed è per questo che già nei prossimi giorni metteremo in campo azioni mirate soprattutto per la somministrazione delle dosi booster”».


Dal bollettino odierno risultano 766 persone ricoverate negli ospedali (28 in più rispetto a ieri per effetto delle minori dimissioni nel fine settimana): 724 nei reparti di media intensità e 42 nei reparti di terapia intensiva di cui 31 non vaccinati (29 senza alcun vaccino, 2 con il ciclo vaccinale incompleto).
Rimangono covid free l’ospedale Evangelico, il Gallino di Pontedecimo e il Micone di Sestri Ponente, gli ospedali di Lavagna e Rapallo.
Registrato nel bollettino anche il decesso di una donna di 77 anni avvenuto il 15 gennaio in Asl2.
Per quanto riguarda la campagna vaccinale, sono 3.027.435 i vaccini somministrati ad oggi, di cui 632.273 dosi addizionali/booster.
Nella fascia di popolazione 5-11 anni sono 12.819 i bimbi vaccinati, 22.312 quelli già prenotati per i prossimi giorni e settimane.
Per quanto riguarda le dosi booster, sono più di 9mila invece (9.167) le prenotazioni per i ragazzi tra 12 e 15 anni. La copertura della popolazione over12 con la terza dose è del 45,30%: il dato più alto riguarda gli over80, con il 73,25% che ha già ricevuto la vaccinazione booster a fronte del 67,29% dei 70enni, del 54,42% dei 60enni e del 47,77% dei 50enni.

Da mercoledì 19 gennaio saranno attive linee dedicate ad accesso diretto in tutte le Asl dedicate esclusivamente a chi, tra la popolazione over12, avesse il green pass in scadenza nei 7 giorni successivi (requisito indispensabile). Potranno accedere anche i ragazzi nella fascia 12-15 anni per la somministrazione delle dosi booster:
Asl1
• hub Arma di Taggia (da lunedì a sabato dalle 9 alle 18);
• Palasalute di Imperia (da lunedì a sabato dalle 14 alla 20);
• hub di Camporosso (da lunedì a sabato dalle 14 alle 20);
• ospedale di Bordighera nelle giornate del 22, 23, 29 e 30 gennaio (dalle 8 alle 20)

Asl2 – Palacrociere di Savona (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18)

Asl3
• hub Casa della Salute Torre MSC San Benigno (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18)
• Sala Chiamata del Porto (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18)
• Teatro della Gioventù (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18)

Per la somministrazione della dose booster alla popolazione over12, Asl3 organizza anche, esclusivamente su prenotazione (attraverso il portale prenotovaccino.regione.liguria.it) quattro serate – martedì 18 gennaio, giovedì 20, martedì 25 e giovedì 27 – rivolte alla popolazione over12 presso l’hub di San Benigno (orario 20.00-24.00 con 400 dosi disponibili a serata) e presso la Sala Chiamata del Porto (orario 18.30 – 24.00 con 540 dosi disponibili per ciascuna serata)

Asl4 – hub di Chiavari (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18)

Asl5 – hub di Sarzana (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: