Regione, chi arriva in Liguria dalle zone rosse deve stare in casa e non può stare in hotel

Nuova ordinanza della Regione Liguria firmata dal presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, che ha anche richiamato anche genovesi e liguri a comportamenti più responsabili.

L’ordinanza regionale

Questi l’articolo del decreto nazionale che sarà applicato sulle persone che arrivano dalle zone a rischio

1. Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 nella regione Lombardia e nelle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia, sono adottate le seguenti misure:
a) evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dai territori di cui al presente articolo, nonché all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute. E’ consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza;
b) ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C) e’ fortemente raccomandato di rimanere presso il proprio domicilio e limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante;
c) divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus;

L’ordinanza parte domani alle 14. Prima chiunque può tornare a casa nelle zone della Lombardia e degli altri comuni semplicemente prendendo la sua auto o il treno. L’ordinanza non si applica a chi lavora in Liguria che può essere anche ospitato negli alberghi.

I porti di Genova ospiteranno le eventuali navi militari che dovessero assistere sotto il profilo sanitario anche le regioni vicine.

I pronto soccorso a Genova dedicati a tutte le altre patologie rimarranno il San Martino, il Galliera e il Villa Scassi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: