Tafida, l’alta corte consente il trasferimento. Il Gaslini: “Pronti ad accoglierla”

L’Alta Corte di Londra dice sì al trasferimento <In Gran Bretagna o all’estero> di Tafida Raqeeb, la bambina di cinque anni ricoverata in stato di minima coscienza al London Royal Hospital a cui i medici volevano sospendere la ventilazione artificiale che l’aiuta a respirare

Il Gaslini di Genova nei mesi scorsi, si era offerto di prendersi cura della piccola. Nello specifico, la sentenza autorizza il proseguimento delle cure in Gran Bretagna o all’estero. Non è ancora chiaro se Tafida potrà partire al più presto per Genova oppure se dovrà attendere l’esito del prevedibile appello da parte dell’ospedale britannico.

“Siamo felici di poter accogliere Tafida all’ospedale Gaslini! – commenta il direttore generale dell’IRCCS Giannina Gaslini, Paolo Petralia -. Fin da subito abbiamo offerto la disponibilità di accogliere la piccola Tafida  e la sua famiglia nel nostro ospedale, poiché non sempre, purtroppo, è possibile guarire, ma sempre è doveroso prendersi cura e offrire spazio di accudimento ed accoglienza. Questo tempo, che viene offerto a Tafida e alla sua famiglia, è una condizione di dignità e qualità di vita, che da sempre al Gaslini viene offerto ai bambini di tutte le nazionalità e in tutte le condizioni. E in questo, ancora una volta, portiamo avanti la missione del nostro fondatore, rivolta ai bambini di ogni condizione, di ogni dove e in ogni tempo”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: