silver ipad on white book pageIn evidenza 

La scuola Daneo chiude per freddo, proteste da scuole di ogni ordine e grado in tutta la città

Per quanto riguarda la scuola del centro storico, la dirigente Michela Casareto ha deciso di chiudere perché gli ambienti sono invivibili. I tecnici hanno accertato una perdita dell’impianto. Al Majorana ieri gli studenti maggiorenni hanno firmato l’uscita e alcuni genitori sono andati a prendere gli allievi minorenni perché la scuola era al gelo. Proteste per il freddo anche dalle case gestite da Arte al Cep

La sospensione è stata comunicata ieri ai genitori e al personale e durerà anche domani, giovedì 15 dicembre.

«Considerata la comunicazione ufficiale pervenuta nel pomeriggio di oggi dall’Ufficio calore del Comune di Genova, alla firma della responsabile ingegner Pagani, in cui si comunica che: è stata riscontrata la presenza di una perdita all’impianto di riscaldamento a servizio della scuola Daneo – si legge nella comunicazione -. Considerando che non è ancora stata individuata l’ubicazione della perdita e che la risoluzione del problema è tecnicamente molto complessa, l’impianto di riscaldamento non sarà funzionante sicuramente per le prossime giornate di mercoledì 14 e giovedì 15 dicembre 2022».

«Non potendo garantire agli utenti le normali o minime condizioni di confort per la giornata scolastica, anche in considerazione del clima rigido esterno – si legge ancora – la dirigenza dispone la sospensione delle attività didattiche per tutti gli alunni e il personale frequentante la Scuola Daneo il giorno mercoledì 14 e giovedì 15 dicembre 2022, salvo diverse comunicazioni da parte dell’ente preposto che rendessero agibile la scuola anticipatamente. Sarete prontamente informati degli sviluppi».

Intanto arrivano proteste per il freddo in classe dalle scuole di ordine e grado, sia di competenza del Comune sia di competenza della città Metropolitana. Ieri al Majorana molti degli alunni maggiorenni delle ultime classi hanno firmato per uscire. Anche alcuni minori sono stati recuperati dei genitori alla luce dell’invivibilità della scuola a causa del freddo.

Certo il clima particolarmente gelido non aiuta, ma è evidente che i sistemi di riscaldamento delle scuole cittadine non sono sufficientemente operativi.

Ieri, oltre che dalle scuole, si sono elevate proteste anche da alcuni edifici del Cep dove le temperature erano molto basse mentre in altri la temperatura risultava congrua.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: