comune Enti Pubblici e Politica 

La Polizia locale “di scorta” a Totti? Gambino: «È un servizio a pagamento per coloro che devono interagire col traffico»

L’assessore comunale alla PL: «Il servizio non ricade sulla collettività, al contrario procura un ricavo. Chi ha bisogno di intervenire sul traffico per effettuare riprese o altre iniziative è obbligato a servirsi della Polizia locale che esegue un servizio che non possono espletare i privati. Esiste un tariffario»

Vale per la movimentazione di trasporti eccezionali, quando si interrompe la viabilità per una manifestazione di animazione sul territorio, gli spot e i film che vengono girati in zone urbane e in tutte quelle occasioni straordinarie in cui è necessario interagire col traffico chiudendolo anche parzialmente o deviandolo. Questo per motivi di sicurezza. Nulla da stupirsi, quindi, se oggi gli uomini del reparto Pronto Intervento hanno scortato la troupe che ha girato nella nostra città uno spot che vede protagonista proprio il celebre ex capitano della Roma. Lo spiega l’assessore alla Polizia locale Sergio Gambino. Tutto è previsto da precisi regolamenti del Comune. Le casse comunali incassano per il servizio svolto e non sono certo i cittadini genovesi a finanziare l’intervento degli uomini della polizia locale.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: