Oggi a Genova 

Un serpente spunta dalla porta, famiglia nel panico. Interviene la guardia zoofila Termanini

La guardia Enpa ha raggiunto con una scala la sommità della porta e ha tentato di prendere il serpente senza fargli male, ma quello è sgusciato via ed è fuggito. Non era riuscito ad entrare perché in casa c’era il gatto a fare la guardia ed era rimasto sopra la porta

A raccontare la storia è lo stesso Gian Lorenzo Termanini sulla propria bacheca Facebook: «Nervi: strana buffa storia. Una famiglia composta da marito, moglie e bambino non poteva rientrare in casa poiché un serpente si era infilato nella fessura della parte superiore della porta che dà sull’esterno. L’animale ogni tanto spuntava e poi spariva».

La famiglia, disperata, ha chiamato la guardia Enpa, non nuova al recupero di serpenti.

«Aperto l’infisso e raggiunto con una scala l’animale – spiega Termanini -, il serpente mi si è sfilato dalle mani che avevo coperto con i guanti protettivi. Quindi è fuggito. Meno male che la famiglia è potuta rientrare in casa. Ho scoperto poi che il serpente si era rifugiato in alto perché in casa si trovava un gatto che praticamente ne ha evitato l’ingresso. Tutto è bene quel che finisce bene e auguri al serpente».

Termanini fa un’opera quotidiana di salvataggio nei confronti di ogni genere di animale. Purtroppo ultimamente sono frequenti gli abbandoni di tartarughe, ad esempio. Ma la guardia si prodiga da anni per gabbiani, cinghiali, gabbiani e uccelli di ogni genere, volpi e altri selvatici che vengono spesso affidati alle cure del Cras Enpa di Campomorone.

In copertina: la foto del serpente pubblicata da Termanini sulla sua pagina Facebook

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: