person holding square white ceramic plateEconomia 

Patto per il Lavoro nel turismo, via all’avviso per l’erogazione dei bonus assunzionali

A partire dal 28 luglio e fino al 31 dicembre le imprese del comparto potranno presentare le domande per i bonus assunzionali che avranno una dotazione iniziale di 3 milioni di euro. Ecco le caratteristiche necessarie per ottenere i fondi. Confesercenti: «Misura è attesissima dalle categorie coinvolte»

In attuazione del Patto per il Lavoro nel settore del Turismo, approvato con dGR 405/2022 e sottoscritto da Regione Liguria e dalle Parti Sociali, la giunta regionale, su proposta degli assessori al Turismo e Lavoro e alla Formazione, ha approvato il Programma Regionale Liguria FSE+ 2021-2027 CCI 2021IT05SFPR007 con Decisione di esecuzione C(2022)5346 della Commissione Europea del 19 luglio 2022 è ora possibile procedere all’emanazione dell’Avviso per l’erogazione dei Bonus assunzionali.

Il provvedimento è stato approvato oggi. Darà possibile presentare domanda dalla mattina di giovedì 28 luglio, esclusivamente on line, accedendo al sistema “Bandi on line” dal sito internet www.filse.it.

Come riportato nel Patto, ai fini del riconoscimento del Bonus è necessario che il contratto sia ancora attivo al momento della richiesta. Di conseguenza per i contratti stipulati in data 1 febbraio 2022, la cui durata è pari a sei mesi, l’ultimo giorno utile per la presentazione della domanda sarà venerdì 29 luglio alle 17:30.

«Finalmente, con la definizione dell’FSE+ per il nuovo settennato dei fondi europei, sono disponibili le risorse necessarie per l’apertura dell’edizione 2022 del Bando per i Bonus assunzionali nel turismo – commenta Andrea Dameri, direttore regionale di Confesercenti -. La misura è attesissima dalle categorie coinvolte e gli uffici di Confesercenti sono a disposizione su tutto il territorio per supportare le imprese nella presentazione delle domande».

Di questi, 2,5 milioni di euro sono destinati, per contratti di durata superiore ai 6 mesi, alle categorie tradizionali quali ad esempio alberghi, villaggi turistici, b&b, aree di campeggio per camper e roulotte, agenzie di viaggio, tour operator e gestori di stabilimenti balneari.
Dei restanti 500 mila euro potranno beneficiare, per contratti di durata superiore ai 9 mesi, altre categorie quali ristoranti, gelaterie, pasticcerie e bar.
La richiesta di incentivo per i contratti stipulati dal 1 febbraio 2022, purché ancora attivi, deve essere presentata entro e non oltre il 29 luglio 2022.

“A partire dal 2018, il Patto per il Lavoro nel settore del Turismo è divenuto un caposaldo e uno strumento di successo in materia di politiche del lavoro nell’ambito delle misure messe in campo dalla Regione – sottolinea l’assessore al Lavoro e al Turismo – Il comparto turistico è di importanza strategica e cercheremo sempre di supportarlo in quanto volano dell’economia e dell’occupazione ligure. Con questi bonus l’obiettivo è evitare che le conseguenze della pandemia e della crisi energetica in corso determinino la chiusura delle attività economiche operanti nel settore, alla quale seguirebbe inevitabilmente una contrazione delle assunzioni e l’aumento della disoccupazione tra i lavoratori stagionali”.

“La delibera approvata oggi è il primo provvedimento che arriva attraverso la nuova programmazione del Fondo Sociale Europeo 2021-2027 – aggiunge l’assessore alla Formazione di Regione Liguria – Certifica la validità e la strategicità de Patto del Lavoro nel settore del Turismo e contemporaneamente conferma la capacità di programmazione della nostra Regione che ha appena ottenuto dall’Unione Europea la validazione del suo programma operativo per l’Fse 2021-2027, tra le prime cinque regioni d’Italia, e quindi è pronta a dare immediata attuazione”.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: