Cronaca 

Lite sul bus serale finisce con lo spray al peperoncino. Intervengono i Carabinieri

A raccontare l’episodio, poi confermato dall’azienda, è il segretario Ugl Fna Roberto Piccardo. Da circa una settimana l’Arma ha intensificato i servizi nei pressi delle stazioni con personale in divisa e a bordo degli autobus anche con militari in abiti “civili”

A raccontare quanto è accaduto è il segretario dell’Ugl Piccardo: «Ieri sera, intorno alle 22:00, sulla linea 1, a una delle fermate di via Gramsci, si è verificata una lite tra passeggeri al culmine della quale uno dei due ha spruzzato spray al peperoncino. L’autista ha dovuto fermare il mezzo e ha chiamato le forze dell’Ordine». La circostanza risulta anche ad Amt. Sono intervenuti i Carabinieri. Quando sono giunti sul posto i due contendenti si erano allontanati.

Che la situazione sui bus serali e notturni, ma non solo su quelli, non sia rosea lo conferma il fatto che i Carabinieri del comando Provinciale hanno intensificato i controlli sia sui mezzi Amt (anche con militari in borghese) sia nei pressi delle stazioni ferroviarie.

Intanto Piccardo chiama i colleghi allo sciopero proclamato dalla sua sigla sindacale per la sera del 27 luglio. «Questo è uno sciopero per scuotere chi deve garantire la sicurezza di dipendenti e utenti, prima o poi ci scapperà il morto – dichiara il sindacalista -. Siamo sempre in attesa di un incontro da noi richiesto con forza tra chi ci può aiutare a risolvere il problema. Se non verremo ascoltati proclameremo un secondo sciopero di 8 ore che riuscirà a coprire quasi completamente la fascia oraria che maggiormente è teatro di questi episodi».

Il personale che aderirà porterà i mezzi entro le 21 nei depositi, dai quali i bus usciranno dalle 24:00.
È il primo sciopero proclamato solo dall’Ugl e, quindi, l’azienda non è in grado di prevederne l’impatto reale.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: