Enti Pubblici e Politica regione 

Sole24Ore, Toti quarto tra i presidenti di Regione più amati. In salita rispetto alle elezioni

Primo in classifica resta il presidente del Veneto Luca Zaia con il 70 % del gradimento, ma in calo del 4%. Secondo è Massimiliano Federiga, Friuli Venezia Giulia, al 68% in salita di ben nove punti. Segue Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia-RomagnaIl gradimento per lui è al 65% in salita di cinque punti. Infine Giovanni Toti, rieletto nel 2020 che sale dal 56% conquistato alle urne al 61%

Il test di popolarità per i presidenti segue con Roberto Occhiuto (Calabria) stabile al 58%. Poi il presidente della Campania, Vincenzo de Luca, in calo di un punto al 58%. Quindi Sebastiano Musumeci (Sicilia) in salita di un punto al 50% come Attilio Fontana (Lombardia, +2%).

In forte calo, di ben cinque punti, invece il presidente del Piemonte Alberto Cirio: dal 52,5 alla 47,5. Segue l’abruzzese Marco Marsilio che conquista un punto e si attesta al 46%. In calo invece Eugenio Giani (Toscana), in calo di ben tre punti dal 49 al 46%. Stabile Michele Emiliano (Puglia) al 46%. In calo il presidente delle Marche Francesco Aquaroli, ora al 45%, Era al 49%.

In calo anche la presidente dell’Umbria Donatella Tesei, dal 46 alla 44,5%. Guadagna invece un punto e mezzo Vito Bardi, presidente della Basilicata, al 40,5%.

Tutti in calo i tre fanalini di coda: Christian Solinas (Sardegna) dal 43 alla 39,5%; Nicola Zingaretti (Lazio) dal 43 al 37% con la perdita più forte registrata, ben il 6%) e, ultimo, il presidente del Molise Donato Toma che scende dal 39 al 35% con una perdita di quattro punti.

«Altri sentono il peso del “governo”, Giovanni Toti no – dicono alla Lista Toti -. Il gradimento del presidente della Liguria è in continua ascesa tra i liguri. La ricerca del Sole 24 Ore lo vede al quarto posto nella classifica dei governatori più amati, ma soprattutto rileva un consenso dei cittadini ancora in crescita rispetto a due anni fa, un ulteriore 5% che si aggiunge a quel già straordinario 56% del giorno dell’ultima elezione. La migliore risposta – che peraltro conferma l’esito delle elezioni appena svolte- a quanti provano invano a proporre narrazioni diverse circa il buon governo della Liguria. Un risultato frutto del grande lavoro del presidente Toti e di classi dirigenti serie, preparate, pragmatiche, refrattarie agli slogan e alle ricette semplicistiche senza inseguire il consenso facile, quello dei social, ma quello vero, che si costruisce giorno per giorno con capacità di decisione e cultura di governo. Sempre più fieri del nostro presidente e del suo operato, avanti così!».

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: