Quartieri Senza categoria 

Luci in bottega, in via Pre’ la fotografia racconta vita e commercio nelle vetrine dei vicoli

Luci in Bottega è un progetto dei collettivi Arcipelago e Freaklance, che utilizza la fotografia per costruire un racconto visivo del centro storico di Genova attraverso la partecipazione delle comunità che lo abitano

Finalità e artisti in residenza
La finalità dell’iniziativa è la produzione di un piccolo archivio di immagini che racconti la vita dei vicoli di genovesi in relazione alle sue botteghe e che verrà restituito al territorio nella fase di output.
I macro-temi del lavoro, della produzione artigianale e del piccolo commercio, del nucleo familiare come sistema produttivo e delle trasformazioni socio-economiche che caratterizzano questo territorio, saranno raccontati con diversi approcci da più artisti in residenza, che si alterneranno nell’organizzazione di progetti fotografici ed eventi pubblici. Una selezione delle fotografie così prodotte sarà presentata in una mostra diffusa che ridarà luce ad alcune vetrine del centro storico.
Inoltre un sito-web conserverà e renderà disponibile alla consultazione tutte le storie visive realizzate dagli artisti durante la permanenza in città.

Sul campo
Fulcro del progetto è un luogo fisico e pubblico in via Prè n. 129, chiamato PRÈ-Spazio e che sarà utilizzato come punto di incontro e scambio fra gli artisti e la comunità.
Ǫui, dal 9 maggio all’11 giugno, una serie di workshop e incontri permetterà al gruppo di artisti di produrre immagini, instaurando un dialogo continuo con la comunità protagonista del racconto.

Dice Paolo Odone, presidente Confcommercio Genova: «La possibilità di scoprire un percorso di fotografie della nostra magnifica città organizzata insieme alla nostra Confcommercio da artisti/fotografi, con il supporto del progetto caruggi del Comune di Genova, va a sottolineare ancora una volta come la nostra associazione voglia essere parte attiva della rinascita dei vicoli. La progettazione che parte dagli spazi di via Pre’ e arriva sino alla zona di Giustiniani è volta a creare il percorso di una mostra diffusa, dove le immagini della nostra Genova e le luci che andranno a illuminare le vetrine accompagneranno genovesi e turisti a riscoprire le bellezze della città vecchia».

Aggiunge Alessandro Cavo, presidente Fipe-Confcommercio Liguria: «Il rilancio del centro storico di Genova parte anche dalla luce e dalla riqualificazione urbana. Questo progetto è proprio centrato a portare le persone in tutto il centro storico e, non a caso, partiamo da una delle zone più belle, ma che più in questi anni hanno sofferto. Ritengo che iniziative come questa rappresentino, oltre che un valore aggiunto, anche un volano per il commercio locale».

Per informazioni, per l’iscrizione ai workshop e per la partecipazione agli eventi è possibile contattare Arcipelago-19 o Freaklance via mail a foto@arcipelago19.it oppure su Instagram @arcipelago_19 e attraverso la pagina Facebook Arcipelago_19
Sede del progetto: Via Prè 129, Genova

Gli artisti in residenza ospitati a Genova da Luci in Bottega produrranno lavori fotografici, organizzeranno laboratori aperti ed eventi pubblici per entrare in contatto con le comunità del centro storico.
Il PRÈ-Spazio diventerà così un luogo di dialogo continuo fra “Luci in Bottega” e il contesto che lo ospita.
Il risultato è un ricco programma che, per la natura altamente relazionale del progetto,, potrà variare e arricchirsi proprio in seguito all’incontro continuo fra gli artisti e gli abitanti.
● 15-20 maggio | Artista in residenza: Ilaria Di Biagio
Dal 15 al 20 maggio l’artista Ilaria Di Biagio attiverà il laboratorio “Paesaggi Tascabili” che, attraverso la pratica del cammino, propone un attraversamento degli spazi urbani e/o suburbani per produrre una mappatura georeferenziata e fotografica del centro storico.
● 16-25 maggio | Artista in residenza: Gaia Degli Esposti
L’artista Gaia Degli Esposti intraprenderà – attraverso la sua pratica fotografica al contempo documentaria e poetica – un percorso di avvicinamento alle persone e alle comunità che vivono e animano il centro storico di Genova.
● 19-23 maggio | Artista in residenza: Federico Perruolo
Durante la sua residenza dal 19 al 23 maggio, Federico Perruolo applicherà la sua pratica fotogiornalistica, fortemente legata alle istanze sociali e politiche, ad un racconto sul centro storico di Genova e sulle comunità del quartiere di Prè.
● 19-25 maggio | Artista in residenza: Simone Cargnoni
Dal 19 al 25 maggio Simone Cargnoni attiverà un laboratorio di storytelling partecipato, destinato ai ragazzi dei quartieri limitrofi a PRÈ-Spazio. Il risultato del laboratorio sarà un racconto fotografico corale del centro storico concertato dagli stessi partecipanti con la supervisione dell’artista.
● 19 maggio | ore 19.00 | Talk: Ilaria Di Biagio, “Around the Walk”
Ilaria di Biagio presenta presso PRÈ-Spazio il progetto “Around the Walk” che la vede impegnata da anni in una ricerca sul cammino come pratica di esplorazione.
● 20-24 maggio | Laboratorio: “Take a-way” con Santiago Borthwick e Lavinia Parlamenti
I due fotografi utilizzeranno alcuni scorci del centro storico come sfondo per una serie di ritratti realizzati con una tecnica analogica e totalmente manuale. Gli abitanti del quartiere potranno portare a casa un loro ritratto seguendo direttamente sul posto il processo di realizzazione e la nascita delle immagini.
● 21 maggio | ore 19.00 | Talk: Gaia Degli Esposti, Simone Cargnoni, Federico Perruolo
Gli artisti in residenza Gaia Degli Esposti, Simone Cargnoni e Federico Perruolo mettono in confronto le rispettive ricerche artistiche e pratiche fotografiche in un incontro aperto al pubblico presso PRÈ-Spazio. L’incontro è un’occasione per conoscere a fondo il lavoro dei tre autori che presenteranno alcuni progetti fotografici a cui hanno lavorato negli scorsi anni.
● 21-29 maggio | Artista in Residenza: Studio Figure
Gli artisti Giulia Ticozzi e Giuseppe Fanizza di Studio Figure realizzeranno due interventi di indagine sul contesto del centro storico attraverso linguaggi diversi e personali: Giulia si concentrerà su alcuni prodotti del commercio velistico e della pesca per indagare il particolare rapporto di vicinanza e distanza fra il mare e il centro storico di Genova. Giuseppe Fanizza, raccoglierà le fotografie realizzate da alcuni commercianti del centro storico, per proporre una riflessione sul rapporto fra la città e le comunità che abitano via Pré.
● 21-25 maggio | Artista in Residenza: Michele Lapini
Prè/Post, le città sono teatro di trasformazioni continue, irregolari nel tempo e nella forma. Così lo sono le persone che la abitano e la vivono, con un ricambio di vite, storie e culture. In questo flusso di continuo cambiamento si proverà a capire il prima e il dopo di un quartiere come Prè, attraverso le sue mura, le sue case e le sue persone che lo vivono ogni giorno. Proviamo a fermare il presente mettendoci dentro passato e futuro.
● 21-29 maggio | Artista in Residenza: Sara Nicomedi
L’artista in residenza Sara Nicomedi progetterà e realizzerà un’ installazione fotografica che intende rispondere, anche attraverso il coinvolgimento dei cittadini, all’urgenza di riscatto delle botteghe storiche e dell’artigianato locale di fronte alle nuove abitudini di consumo online.
● 22 maggio | ore 19.00 | Talk: “Se questo è un UFO” di Giulia Ticozzi in dialogo con Matteo Indice L’artista in residenza Giulia Ticozzi proporrà, presso PRÈ-Spazio, una serie di case-studies intorno al potere dell’immagine nell’informazione contemporanea con cui si è confrontata direttamente durante la sua esperienza di photo-editor in due dei maggiori quotidiani nazionali.
● 24 maggio | ore 19.00 | Talk: “Non più, non ancora” di Michele Lapini e Valerio Muscella in dialogo con Matteo Macor
La Bosnia per molte persone in movimento rappresenta una delle porte chiuse dell’Europa.
Migliaia di persone si trovano bloccate all’interno dei confini bosniaci nel tentativo di continuare il viaggio e raggiungere l’Europa. Per chi riesce a superare quella frontiera, poi ce ne saranno altre, e poi ancora altre. Dietro ogni persona c’è una storia che porta con sé, una storia lasciata indietro e una storia che l’aspetta. Un incontro per parlare di queste storie che prima o poi incrociamo lungo le nostre strade.
● 26 maggio | ore 19.00 | Talk: Sara Nicomedi in dialogo con Gloria Viale
L’artista in residenza presenterà le sue ultime serie fotografiche che riguardano la crisi climatica vista e vissuta da un punto di vista personale.
● 27 maggio | ore 19.00 | Libri: Camillo Pasquarelli e Giancarlo Barzagli
Due esperienze a confronto entrambe caratterizzate dalla produzione di un libro fotografico.

Come lo si progetta? Come lo si finanzia?
Da un lato l’esperienza di Pasquarelli che mette insieme antropologia e immagine, approccio che verrà raccontato attraverso i suoi recenti progetti dedicati al kashmir: “Monsoons never cross the mountains” e “The valley of shadows”.
Dall’altro” Grüne Linie” di Giancarlo Barzagli che racconta attraverso la fotografia contemporanea e quella d’archivio la memoria degli avvenimenti che ebbero come protagonista una piccola valle nell’Appennino Tosco-Romagnolo investita dal passaggio del fronte durante la II Guerra Mondiale.
● 1 giugno ore | 19.00 | Talk: Anna Positano, Gaia Cambiaggi, Nuvola Ravera e Nicolò Servi
Il racconto della ricerca sviluppata dal collettivo multidisciplinare “Corpi idrici”, nato a Genova nel 2021 per indagare le complessità del tessuto idrico attraversando una geografia, camminando su un paesaggio specifico che di norma non si percorre e sviluppando uno studio poetico del sistema linfatico di una città fluviale oltre che portuale.
http: //corpiidrici.it /
● 8 giugno | ore 19.00 | Talk: “Occupy Panorama” di Giuseppe Fanizza
Giuseppe Fanizza illustrerà, in un incontro presso PRÈ-Spazio, una serie di pratiche di riappropriazione iconografica del paesaggio che alcune comunità hanno attivato in diverse parti del mondo per reagire alla iper-produzione di immagini fotografiche, caratteristica delle dinamiche del turismo di massa.
● 9 giugno | ore 19.00 | Presentazione dei progetti realizzati al Pré-Spazio
● 11 giugno dalle 19.00 | Vetrinissage
In un evento presso PRÈ-Spazio si festeggerà la chiusura del progetto, si presenteranno al pubblico gli esiti progettuali e si inaugurerà contestualmente la mostra diffusa nelle vetrine. Una mappa online renderà fruibile il percorso finale delle vetrine allestite con le immagini realizzate durante le residenze di Luci in Bottega.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: