I radioamatori di Genova raccontano Euroflora a tutto il mondo

Un’attività giornaliera difficile, per fattori dovuti a fattori climatici, posizione geografica e macchie solari, ma costante, con inizio al mattino in corrispondenza dell’apertura della manifestazione fino al pubblico al tardo pomeriggio

Euroflora si conferma una manifestazione sempre più internazionale, grazie alla presenza di numerosi espositori esteri, migliaia di turisti e ai collegamenti che l’Associazione Radioamatori Italiani di Genova effettua ogni giorno con i radioamatori di tutto il mondo dalla postazione “II1Flor”, in Parco Gropallo.

Ma l’A.R.I di Genova, in questa prima settimana di manifestazione, ha già riscontrato avvenuti collegamenti con radioamatori italiani (dal Veneto alla Toscana, passando per la Lombardia e il Piemonte), europei (Germania, Spagna, Olanda, Francia per citarne alcuni) e addirittura residenti in Sud America (Argentina e Brasile, in particolare). I collegamenti riguardano principalmente scambi di dati tecnici e, da parte dell’Associazione Radioamatori Italiani, informazioni sulla stazione radio presente a Euroflora. È abitudine fra i radioamatori, fin dagli albori, inviare alla stazione con cui si è fatto un collegamento radio importante, una conferma per certificare l’avvenuta connessione: ciò avviene con una cartolina personalizzata riportante i dati del collegamento radio e con spesso un’immagine della propria stazione.

Dopo l’ultima partecipazione, che risale al 2010, l’A.R.I. ha indetto quest’anno il 2° DIPLOMA EUROFLORA 2022, con adesione aperta a Radioamatori e SWL (appassionati che possono ricevere ma che non possiedono la patente di trasmissione) di tutto il mondo e che si otterrà con il conteggio dei collegamenti effettuati con la stazione presente ad Euroflora. Tutte le info sul sito http://www.arigenova.it nella sezione dedicata all’evento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: