Ieri il concerto del popolare accademico popolare al Carlo Felice

Toti: «Il concerto del 25 aprile del Teatro Carlo Felice è un evento simbolico e significativo di questa giornata. Non si può festeggiare la liberazione d’Italia, che vuol dire la pace conquistata da tanti nostri eroi che si sono sacrificati per ridare libertà, autonomia, regole e leggi senza sottolineare che l’Ucraina oggi sta lottando per conquistare tutti questi valori»

«E avere qua questa sera il coro nazionale ucraino vuol dire non solo dare uno spazio alla musica e alla cultura che tengono sempre vive l’identità di un paese ma anche un gesto concreto di vicinanza e solidarietà. Aver dato una casa a un coro che in questo momento una casa non ce l’ha credo sia bello e importante per tutti noi». Così il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti durante il concerto del 25 aprile in programma questa sera al Carlo Felice.

«Quella di ieri sera per il coro popolare accademico nazionale ucraino è un’anticipazione del concerto benefico che si terrà il 27 aprile sempre qui al Carlo Felice alle 19.45 con ingresso a offerta libera – ha dichiarato l’assessore alla cultura Ilaria Cavo -. Sentire cantare uno degli storici canti popolari della resistenza ucraina e l’inno nazionale ucraino prima dell’inno d’Italia al concerto della Liberazione è stata una grande emozione e il pubblico del Carlo Felice ha risposto con un lungo applauso. Si è sentito grande calore lo stesso che mi auguro ci possa essere nella serata di beneficenza il cui incasso sarà devoluto per la popolazione ucraina!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: