Famiglia con 2 figli in sfratto. La parrocchia cerca casa, ma un fedele la offre gratis

Massimiliano Moretti, parroco di Santa Zita e cappellano del lavoro, aveva lanciato l’appello sui social per trovare una sistemazione alla coppia con figli di 16 e 7 anni spiegando che la parrocchia sarebbe stata disposta a pagare un giusto affitto. Ma qualcuno che ha letto il messaggio ha deciso di mettere un appartamento a disposizione senza chiedere compenso

«Una famiglia con ragazzo di 16 anni e un bimbo di 7 il giorno 8 aprile saranno sfrattati – aveva scritto qualche ora fa il parroco della chiesa di Santa Zita sulla sua pagina Facebook -. I bimbi saranno allocati in istituto forse con la mamma il papà per strada. Qualcuno ha un appartamento vuoto? La parrocchia di Santa Zita si impegna a pagare un giusto affitto».

A chi gli chiedeva perché non si rivolgesse alla Caritas, il parroco spiegava che con l’arrivo dei profughi ucraini le disponibilità di alloggi vuoti sono terminate. Don Massimiliani Moretti, così, cercava qualcuno che potesse mettere a disposizione un appartamento a un giusto prezzo, che sarebbe stato pagato dalla chiesa. Ma dopo poche ore è comparso sulla pagina un secondo messaggio di don Moretti: «Una splendida notizia. Una persona darà un suo appartamento in affitto alla famiglia sfrattata. E non vuole nessun compenso… Questi sono gesti di PACE! Grazie Signor e per le tante persone buone che ancora esistono».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: