“Traffico di influenze illecite”, indagati Beppe Grillo e Vincenzo Onorato

Indagine della Guardia di Finanza di Milano e perquisizione nella sede genovese della Beppe Grillo Srl. 120.000 euro annui negli anni 2018 e 2019, quale corrispettivo di un “accordo di partnership” tra armatore e Grillo avente ad oggetto la diffusione su canali virtuali di “contenuti redazionali” per il marchio Moby. Secondo la Procura di Milano «Nello stesso lasso temporale Onorato ha richiesto a Grillo una serie di interventi in favore di Moby s.p.a che Grillo ha veicolato a esponenti politici trasferendo quindi al privato richiedente le relative risposte»

Oggi la Procura della Repubblica ha delegato i finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Milano `a notificare una informazione di garanzia nei confronti di Vincenzo Onorato e di Giuseppe Piero Grillo (noto come Beppe n. d. r.) – si legge in una nota della Procura meneghina -. L’ipotesi di reato, per la quale sono in corso le indagini preliminari, riguarda il delitto di traffico di influenze illecite. Dalle attività investigative svolte è emerso allo stato che la società Beppe Grillo SRL, di cui Beppe Grillo Giuseppe è socio unico e legale rappresentante, ha percepito da MOBY s.p.a. 120.000 euro annui negli anni 2018 e 2019, quale corrispettivo di un “accordo di partnership” avente ad oggetto la diffusione su canali virtuali di “contenuti redazionali” per il marchio Moby».

«Nel triennio 2018-2020 la MOBY s.p.a. ha altresì sottoscritto un contratto con la Casaleggio Associati s.r.l. che prevedeva il pagamento di 600.000 euro annui quale corrispettivo per la stesura di un piano strategico e per l’attuazione di strategie per sensibilizzare l’opinione pubblica e gli stakeholders alla tematica della limitazione dei benefici fiscali alle sole navi che imbarcano personale italiano e comunitario – si legge ancora nel comunicato stampa della Procura di Milano -. Nello stesso lasso temporale Onorato Vincenzo ha richiesto a Beppe Grillo una serie di interventi in favore di Moby s.p.a che Giuseppe Grillo ha veicolato a esponenti politici trasferendo quindi al privato richiedente le relative risposte. È stato pertanto ritenuto indispensabile acquisire la documentazione relativa ai predetti contratti ed alle prestazioni che ne costituiscono l’oggetto, nonché ogni altro documento utile a comprenderne la natura e sono state quindi disposte perquisizioni presso la sede legale della Beppe Grillo srl e della Casaleggio Associati srl, nonché nei confronti di ulteriori soggetti a vario titolo coinvolti nei fatti oggetto di approfondimento investigativo».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: