Oggi a Genova 

Vaccini 12-15 anni: prenotazioni ad ostacoli. Appuntamenti oltre il 10 febbraio o addirittura non effettuabili

Come è successo a molti cittadini maggiorenni, anche per alcuni genitori di ragazzini in quella fascia d’età è accaduto stasera che la prenotazione risultasse non effettuabile per qualche imperscrutabile motivo

È successo nelle settimane passate anche a molti adulti per la prima vaccinazione o per la terza dose: quando si cerca di prenotare online si legge che la prenotazione non è effettuabile perché la fascia d’età non è quella giusta.

Comincia, così, la via crucis. Riuscire a trovare la linea è una “mission impossible” (possiamo fornire un report del telefono con 30 chiamate senza riuscire a parlare con qualcuno). C’è, tra i nostri lettori, chi ci è riuscito, ma – racconta – si è sentito rispondere «Col suo codice fiscale mi dà errore. Provi ad andare di persona sul tardi al centro vaccinale» e, una volta arrivato lì, alla sala chiamata, sia stato poi respinto perché «oggi non danno più biglietti, provi un altro giorno». Solo che la gente lavora, che per vaccinarsi deve spesso chiedere permessi e non può certo impegnare le proprie giornate per intercettare un incrocio dei venti propizio quando basterebbe far funzionare per tutti il sistema informatico.

Oggi alle 18 sul portale regionale prenotovaccino.regione.liguria.it, sono partite le prenotazioni per la dose booster relativa alla fascia tra i 12 e i 15 anni. Nella prima mezz’ora sono state oltre 2.300. Domani mattina alle 8 sarà possibile prenotarsi anche tramite tutti gli altri usuali canali. Le prime vaccinazioni saranno somministrate già da domani.
Ma c’è già chi ha trovato posto non a breve termine (oltre il 10 febbraio) e denuncia che, in questo modo, il figlio non potrà avere il super green pass nei tempi corretti. Pare necessaria una nuova riorganizzazione delle agende. Si sta lavorando anche all’apertura di nuovi hub vaccinali dedicati ai più piccoli.

Un altro problema, sempre per chi lavora, sono i ritardi, quelli che ci sono stati segnalati da qualche giorno all’hub delle Torri di San Benigno. Questa mattina sono stati di una buona mezz’ora sulla tabella di marcia, pare per l’arrivo tardivo di una delle vaccinatrici. «Chi prende appuntamento all’apertura, spesso lo fa perché deve andare ad aprire il negozio o deve andare in ufficio e fa molta fatica a capire i ritardi sugli appuntamenti senza che siano determinati da particolari ragioni» ci scrive un lettore che questa mattina ha dovuto attendere trenta minuti il suo turno.

In copertina: lo schermo del computer di un genitore che stasera ha tentato di prenotare per la figlia

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: