SS35 dei Giovi: dopo la chiusura di ieri, le reti non tengono e i massi invadono la carreggiata

Ne dà notizia il canale Twitter del Comune RoncoAlert che comunica il prolungamento della chiusura della SS35 «a causa di un nuovo evento franoso che ha interessato anche la sede stradale». Le foto sono assai eloquenti

Il 29 novembre scorso, presso gli uffici della Regione Liguria, la sindaco Rosa Oliveri, il vicesindaco Sergio Agosti e l’assessore Francesco Gatto, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, erano stati ricevuti dall’assessore regionale per le infrastrutture Giampedrone insieme ai dirigenti ANAS per affrontare le problematiche relative alla SS35 e per rappresentare le criticità ancora in essere. Quattro le frane in 12 mesi, tra cui quella che sta tenendo chiusa la strada in questi giorni.
L’incontro era stato richiesto dal Comune e la problematica principale affrontata è stata la frana sulla strada SS 35, per la quale ANAS ha presentato lo stato di progettazione ed un piano di interventi di messa in sicurezza definitivo.

«Secondo i tecnici Anas si prevede, in una prima fase, il posizionamento di paravalanghe, in una seconda fase la rettificazione dell’intero versante e in una terza e conclusiva fase la realizzazione di una galleria in corrispondenza del versante franoso – aveva fatto sapere il Comune -. Tali interventi necessitano di un importante stanziamento economico che verrà inserito all’interno di una programmazione finanziaria pluriennale. Il primo dei tre interventi (posizionamento paravalanghe) verrà eseguito nel corso del 2022, con un ulteriore messa in sicurezza della strada statale andandosi ad aggiungere all’attuale posizionamento di reti paramassi. Sono state inoltre esposte altre criticità in essere sulla SS35: rifacimento manto stradale in corrispondenza dell’ingresso autostradale, pulizia bordi strada, taglio arbusti, eliminazione del cantiere presente da anni in prossimità dell’ingresso dell’abitato Ronco Scrivia, sistemazione rete paramassi sempre sulla SS35 all’altezza del cimitero di Ronco.ANAS si è impegnata a prendere in carico tali problematiche programmando un incontro periodico con Regione Liguria e l’Amministrazione Comunale per monitorare l’andamento e la realizzazione degli interventi stessi».

La nuova frana mette in luce che gli interventi sono da velocizzare e da ripensare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: