comune 

Ecco come sarà la parte della Diga di Begato non demolita

Nel progetto firmato da Zerodieci Architettura-architetto Marco Sinesi anche una parete di verde verticale nel punto in cui è stata interrotta la costruzione per la demolizione di buona parte dei volumi

Ecco i rendering del progetto definitivo della riqualificazione della diga di Begato nell’ambito di “Restart Begato”. Il progetto è di Zerodieci Architettura arch. Marco Sinesi. Partners Cresco ingegneria (ingegner Marco Panzano). Collaboratori: architetto Giuseppe Folino.

«Abitare come punto di riflessione in un luogo noto per l’impossibilità di vivere, luogo dove non trovava soluzione il concetto di casa, di riparo, di rifugio – ha scritto l’architetto Sinesi sulla sua pagina Facebook, dove ha pubblicato i rendering -. Questa architettura restituisce il valore del vivere in una cass, dove la qualità del progetto e dell’abitare coincidono, in un ambiente rigenerato, dimostrando che è possibile massimizzare l’impiego di risorse, efficientare edifici esistenti, recuperare architetture».

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: