Sant’Egidio, pranzo di Natale per 220 nella basilica dell’Annunziata

Hanno partecipato l’arcivescovo, monsignor Marco Tasca, e Marco Bucci. Il Sindaco: «Dopo lo stop dello scorso anno imposto dalla pandemia, torna il pranzo di Natale della Comunità di Sant’Egidio. Voglio ringraziare i volontari che sono riusciti a continuare il loro operato senza mai fermarsi. Felice, anche quest’anno, di essere stato al loro fianco!»

Sono più di 1.500 i volontari di Sant’Egidio che nei giorni scorsi hanno recapitato pasti caldi a oltre 14 mila persone i diversi quartieri e visitato i detenuti delle carceri.

«Il pranzo di Natale – ha detto Sergio Casali, portavoce genovese di Sant’Egidio – è il coronamento della nostra attività, ma anche un punto di partenza per ricostruire legami logorati da due anni difficili.Il punto di partenza è contrastare l’isolamento di tante persone perché una città fatta di gente isolata è una città più fragile, più esposta alla rabbia e alla disillusione. Noi vogliamo costruire legami di amicizia e solidarietà e il futuro di questa città, lottando contro disperazione e solitudine».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: