Albero addobbato a Certosa per ricordare le 43 vittime del Ponte Morandi

Dopo la pausa dello scorso anno, dovuta alla pandemia, riprende l’iniziativa del Civ. Nessun abete tagliato, ma 43 palline bianche e luci, segno di speranza, su un albero già presente davanti al Castello Foltzer. Sotto il presepe ligneo donato, nel 2018,  dai Vigili del Fuoco di Ruffrè (Trento) ed una nuova targa che ricorda i nomi e l’età delle 43 vittime innocenti

A Certosa, ieri pomeriggio, il parrocco della parrocchia del SS. Nome di Gesù al Borghetto, padre Giovanni, ha benedetto il presepe e l’albero di Natale, ricordando, nella preghiera comune, le 43 persone morte nella tragedia del 2018.

Presenti il presidente del Municipio V Valpolcevera Federico Romeo, il consigliere comunale con delega alla Protezione Civile Sergio Gambino, Paola Vicini, la mamma di Mirko, in rappresentanza dei parenti delle vittime del Ponte.

Le note della Musica della Banda di Rivarolo hanno accompagnato la breve cerimonia in ricordo delle vittime.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: