photo of person in black suit holding gunItalia e Mondo 

Assolda un killer per fare fuori moglie e suocera, ma il sicario non esegue e lo denuncia ai CC

Trentamila euro: tanto valeva la vita delle due donne per un impiegato cinquantenne che aveva assoldato un pregiudicato per uccidere la moglie e la suocera. I militari dell’Arma lo hanno arrestato presentandosi con il sicario all’appuntamento per il pagamento della prima tranche “preventiva” che consisteva in 10 mila euro

Sono scattate le manette ai polsi del cinquantenne italiano, originario di Parma, ma residente in Val di Magra, che aveva pensato di mettere le mani sul patrimonio delle due donne grazie all’eredità. Al pregiudicato che aveva assoldato, ma che non se l’è sentita di portare a termine il lavoro assegnatogli, aveva chiesto «Un lavoretto pulito», che non facesse ricadere su di lui la colpa per riuscire, così, a venire in possesso dei beni della moglie.
L’uomo che aveva assoldato come sicario, però, non se l’è sentita e ha avvertito i carabinieri di Sarzana che una settimana fa hanno cominciato le indagini, avviando anche un dispositivo di sicurezza per proteggere le due donne “condannate a morte” dall’impiegato che da tempo aveva architettato il piano e ora voleva concretizzarlo.

Il cinquantenne, per decisione della Procura, è stato subito portato in carcere dai Carabinieri.

In copertina: foto d’archivio

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: