Donati a Tursi dispositivi per ipoudenti. Saranno collocati in uffici per aumentare l’accessibilità uditiva

3 dicembre, Giornata internazionale delle persone con disabilità. I dispositivi, una donazione di Ali (Associazione Ligure Ipoudenti) e Lions Club

Dal 1981, il 3 dicembre è stata proclamata la Giornata internazionale delle persone con disabilità allo scopo di promuovere i diritti e il benessere dei disabili.

Dopo decenni di lavoro delle Nazioni Unite, la Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, adottata nel 2006, ha ulteriormente promosso i diritti e il benessere delle persone con disabilità, ribadendo il principio di uguaglianza e la necessità di garantire loro la piena ed effettiva partecipazione alla sfera politica, sociale, economica e culturale della società.

«Con la donazione al Comune di Genova di questi quattro dispositivi per persone non udenti o ipoudenti – dichiara il vicesindaco e assessore ai servizi civici Massimo Nicolò – si rinnova, ancora una volta, la collaborazione tra Comune e Terzo Settore per l’aumento ed il miglioramento dei servizi al cittadino. A nome dell’Amministrazione, ringrazio i Lions e l’associazione ALI per questa importante donazione che ci consentirà di proseguire nella direzione di garantire a tutte le persone gli stessi servizi, fornendo un sostegno utile e prezioso a chi, come nel caso degli ipoudenti, presenta una qualche forma di disabilità».

«Abbiamo voluto celebrare la Giornata internazionale delle persone con disabilità – commenta l’assessore al sostegno a favore delle persone diversamente abili Lorenza Rosso – con questo progetto importante, frutto della collaborazione tra diverse realtà del tessuto associativo genovese e della loro straordinaria generosità. I quattro apparecchi donati dai Lions insieme ad ALI rappresentano simbolicamente l’abbattimento di un altro mattone delle barriere, non solo architettoniche, che impediscono la piena e totale accessibilità delle persone diversamente abili ai servizi pubblici. È nostra intenzione procedere ancora, in futuro, sulla strada di una piena integrazione dei disabili nella vita politica, sociale e culturale della Città, e faremo il massimo per centrare questo risultato».

«Come assessore al turismo e socio Lions – dice l’assessore al marketing turistico e territoriale Laura Gaggero – sono orgogliosa e soddisfatta che il Comune riceva questa importante e generosa donazione da parte dell’associazione ALI-Sulle ALI dell’udito, insieme ai Lions. L’installazione di due dispositivi acustici presso gli IAT del Porto Antico e di via Garibaldi ci consentirà di fornire al meglio le informazioni a tutti i nostri turisti, in particolare, in questo caso, alle persone non udenti e ipoudenti. Questa azione è in linea con una serie di altre iniziative che stiamo portando avanti come assessorato al turismo volto al superamento di svariate tipologie di barriere alla visita della nostra città, come per esempio la nuova App turistica che stiamo approntando per le persone ipovedenti, oltre all’abbattimento delle barriere architettoniche e ai tour totalmente accessibili che abbiamo approntato in questi mesi. Il tutto – continua l’assessore – per favorire al massimo l’accessibilità e l’inclusione delle persone diversamente abili: un segmento, quest’ultimo, che dobbiamo essere sempre più bravi ad accogliere e il quale rappresenta anche una importante componente del nostro mercato turistico».

«Ringraziando ALI e Lions – comunica l’assessore con delega alle Farmacie Comunali Matteo Campora – per questa importante donazione, mi unisco alla proposta del vicesindaco Nicolò per installare, in futuro, un altro dispositivo per persone non udenti e ipoudenti presso una delle nostre Farmacie Comunali. Un aiuto concreto e ancora più importante alla luce dei tanti servizi erogati dalle nostre Farmacie in epoca Covid».

«Da tempo il Comune di Genova – spiega la Disability Manager Cristina Bellingeri – sta operando per avere una “Genova città per tutti”. Uno dei primi passi compiuti è stato quello di dotarsi di un moderno PEBA, il Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche, che prevede di realizzare una serie di azioni per favorire l’accesso agli ambienti e ai servizi da parte di tutti i cittadini, incluse le persone disabili motorie o sensoriali. La scelta di installare dei pannelli ad induzione magnetica, in concomitanza della Giornata internazionale delle persone con disabilità, allo scopo di facilitare l’accessibilità ad alcuni uffici comunali alle persone sorde o ipoudenti, va quindi in questa direzione intrapresa dal Comune».

«I dispositivi presentati oggi faciliteranno alle persone che usufruiscono di ausili acustici o di impianti cocleari dotati di bobina per telefono (T-coil) – aggiunge Liliana Cardone, presidente dell’associazione ALI-Sulle ali dell’udito – l’ascolto, in modo chiaro, delle informazioni fornite dall’operatore di uno sportello pubblico, pur dotato di mascherina e con divisori in plexiglass o di vetro. Siamo lieti di avere contribuito a questo importante progetto, realizzato insieme al Lions Club Lavagna Valfontanabuona “Oltre le barriere” ed in particolare con i soci Silvia Garibaldi e Luciano Maggi, in collaborazione con il sindaco Marco Bucci, il vicesindaco Massimo Nicolò e la Disability Manager del Comune di Genova, Cristina Bellingeri».

«Alcuni anni fa – conclude il socio del Lions Club Lavagna Valfontanabuona “Oltre le barriere” Silvia Garibaldi – l’allora Officer del Distretto Lions 108ia2 per la Sordità ed ancora oggi socio onorario del Lions Club di Nervi, Francesco Di Gioia, insieme agli allora componenti del Progetto Sordità, donò alla associazione ALI alcuni loop ad induzione magnetica perché fossero installati in uffici pubblici per facilitare gli ipoudenti. Il Lions Club Lavagna Valfontanabuona “Oltre le barriere”, club “di scopo” sull’abbattimento di barriere sensoriali ed architettoniche, ritenendo utile l’ installazione di questi loop in uffici comunali, se ne è interessato contattando, insieme ad ALI, Cristina Bellingeri, la Disability Manager del Comune di Genova. Adesso è intenzione del nostro club farsi promotore presso tutta l’associazione Lions di progetti simili, in modo da estendere il più possibile l’iniziativa».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: