Crollo del Morandi, il comitato dei parenti delle vittime escluso dalle parti civili del processo

Nel corso dell’udienza preliminare il gup Paola Faggioni ha deciso che il comitato in ricordo delle vittime del Ponte Morandi, composto dai familiari, non può essere ammesso perché costituitosi dopo il crollo

La formula esatta è quella della “carenza di legittimazione”. Per lo stesso motivo sono stati esclusi altri comitati e associazioni che avevano deciso di costituirsi parte civile.

La presidente del comitato in ricordo delle vittime Egle Possetti ha detto che i familiari delle persone morte a causa del crollo del viadotto sono dispiaciuti per la decisione. «Ovviamente agiremo nell’interesse comune anche come singoli parenti» ha aggiunto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: