Una targa all’Aeroporto per il deputato Guerrieri che presentò il ddl per fondare il “Colombo”

Avvocato e deputato della Democrazia Cristiana, nel corso della sua carriera politica che lo vide eletto prima all’Assemblea Costituente e poi alla Camera dei Deputati per quattro legislature, l’avvocato Filippo Guerrieri si dedicò anche ai problemi della Liguria e in particolare delle province di Genova e La Spezia (Arsenale della Marina Militare, opere di pubblica utilità, asili, industrie IRI)

Si è svolta questa mattina, presso l’aeroporto “Cristoforo Colombo” di Genova, la cerimonia di intitolazione di una targa in memoria dell’onorevole Filippo Guerrieri, il deputato autore e relatore, nel 1954, del disegno di legge per la costruzione dell’aeroporto di Sestri Ponente.

Erano presenti alla cerimonia il sindaco di Genova Marco Bucci, il vicesindaco Massimo Nicolò, il direttore generale Aeroporto di Genova di Genova Piero Righi, Maria Grazia Guerrieri, figlia dell’onorevole Guerrieri, accompagnata da alcuni familiari.

Fondamentale fu il contributo di Guerrieri alla realizzazione dello scalo aeroportuale genovese, grazie a un disegno di legge di cui fu relatore, approvato dal Parlamento nel 1954.

I lavori per la costruzione dell’aeroporto iniziarono lo stesso anno per terminare nel 1962.

«Filippo Guerrieri è stato un esempio di “civil servant”, un cittadino che ha sempre servito la sua patria con generosità e impegno, onestà e limpidezza morale, coraggio e determinazione – dice il sindaco di Genova, Marco Bucci -. La targa che scopriamo oggi è il riconoscimento del binomio che legherà per sempre il nostro scalo all’onorevole Filippo Guerrieri, grazie al cui impegno Genova può oggi godere di questo hub strategico».

«Con l’intitolazione di una targa all’onorevole Filippo Guerrieri – spiega il vicesindaco Massimo Nicolò – Genova vuole rendere omaggio a un politico e, soprattutto, ad un uomo che ha dato un contributo enorme allo sviluppo del territorio ed al benessere della nostra comunità, grazie a una serie di provvedimenti importanti tra cui la realizzazione dello scalo aeroportuale di Genova. Dedicargli una targa qui, in aeroporto, vuole essere un modo per ricordare e rimarcare il rapporto inscindibile che legherà per sempre l’avvocato Filippo Guerrieri a una delle infrastrutture fondamentali della nostra città e di tutto il territorio ligure».

«Ringrazio il sindaco e il vice sindaco – commenta il presidente dell’Aeroporto di Genova Paolo Odone – per avere raccolto la richiesta dei familiari di omaggiare con questa iniziativa la memoria di Filippo Guerrieri. Grazie al suo impegno è stata possibile la realizzazione di un’opera straordinaria come fu la costruzione dell’aeroporto di Genova, che il prossimo anno compirà 60 anni».

Biografia dell’onorevole avvocato Filippo Guerrieri

Filippo Guerrieri nacque a Monti di Licciana Nardi (Massa Carrara) il 17 agosto 1891 e morì a Genova l’11 maggio 1967.

Militante dell’Azione Cattolica e del Partito Popolare, ne fu consigliere e deputato provinciale a Massa Carrara, candidato alle elezioni politiche nel 1924 ed ultimo segretario per la Provincia di Genova, prima dello scioglimento dei partiti politici deciso dal fascismo.

Iscritto fin dall’inizio alla Democrazia Cristiana, nel suo studio legale in via Fieschi si raccolsero per la prima volta gli esponenti della risorgente democrazia per costituire il Comitato di Liberazione Nazionale della Liguria.

Membro dell’Assemblea Costituente, fu deputato DC dalla I alla IV legislatura. Tra i ruoli ricoperti, quello di membro del consiglio direttivo del gruppo parlamentare democristiano alla Camera, vicepresidente e presidente della VII Commissione parlamentare della difesa e presidente della Commissione interparlamentare di vigilanza sulle radiodiffusioni.

Due volte ferito durante la Prima Guerra Mondiale e premiato con tre medaglie d’argento al valor militare e una di bronzo sul campo, svolse la sua attività parlamentare in favore delle Forze Armate, dei militari in servizio e congedo, dei mutilati ed invalidi di guerra, rivendicando per gli ex combattenti della Grande Guerra il diritto alla pensione.

Fondatore a Genova, insieme ad altri, dell’Università popolare “Contardo Ferrini”, dal 1961 alla morte Guerrieri fu presidente nazionale dell’Istituto del Nastro Azzurro tra i decorati al valor militare e membro della corte d’onore dell’Associazione nazionale del fante e della giunta nazionale Movimento reduci della Democrazia Cristiana.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: