regione 

Green Pass, Toti: «Le libertà non pesano in modo diverso a seconda di chi urla di più»

Stasera un’altra manifestazione. «Se lo si fa distanziati, usando le mascherine quando ci sono assembramenti, se lo si fa in modo da non danneggiare la libertà degli altri, ovvero dei commercianti di poter vendere qualcosa dopo due anni difficili o dei cittadini di poter fare quattro passi e godersi una giornata prefestiva nella propria città, è un diritto assolutamente da garantire e, nonostante non condivida assolutamente nulla di ciò che si dice in quelle piazze, mi batterò perché si possa continuare a fare»

«Le libertà non si pesano in modo diverso a seconda di chi urla di più. È evidente che la libertà di chi manifesta contro il green pass è limitata dalla libertà di Rossi, Bianchi, Toti o altri cittadini che essere altrettanto liberi di poter passeggiare in centro, comprando un paio di scarpe per il proprio figlio o un libro in una libreria. Se queste cose sono compatibili, ben vengano tutte le manifestazioni del mondo. Se invece questo non fosse compatibile, sarebbe un problema serio». Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, in merito alle manifestazioni no green pass annunciate oggi a Genova e in altre città italiane dopo le limitazioni imposte dal Viminale.


«È giusto che la manifestazione si svolga – aggiunge Toti – anche se temo che oggi più che i divieti potrà la pioggia. Detto questo, se lo si fa distanziati, usando le mascherine quando ci sono assembramenti, se lo si fa in modo da non danneggiare la libertà degli altri, ovvero dei commercianti di poter vendere qualcosa dopo due anni difficili o dei cittadini di poter fare quattro passi e godersi una giornata prefestiva nella propria città, è un diritto assolutamente da garantire e, nonostante non condivida assolutamente nulla di ciò che si dice in quelle piazze, mi batterò perché si possa continuare a fare».

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: